Shandong Luneng-Shanghai SIPG 2-1: le Aquile sprecano il match-ball

Dopo il vantaggio dello Shanghai ad opera di Wu Lei, arriva la reazione degli Orange Fighters: gol di Jingdao e Xinghan. Shandong a -1 dal Tianjin di Cannavaro.

58 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

Clamoroso a Jinan, dove lo Shandong Luneng batte 2-1 lo Shanghai SIPG e costringe le Metal Eagles a rimandare nuovamente il sorpasso al Guangzhou Evergrande. Si tratta del terzo match-ball sprecato nelle ultime quattro settimane dagli uomini di Villas-Boas, incredibilmente incapaci di prendersi il primo posto in classifica nonostante le quattro gare senza vittoria della squadra allenata da Scolari.

Shandong Luneng-Shanghai SIPG 2-1: il racconto 

Complice la squalifica di Oscar, gli stranieri schierati dal tecnico portoghese sono il centrocampista Akhmedov e gli attaccanti Elkeson e Hulk. Magath risponde col brasiliano Gil in difesa e la coppia offensiva formata da Papiss Cissé e Graziano Pellè. Fuori per infortunio Diego Tardelli, reduce da due gol nelle ultime tre partite.

Primi minuti poveri di occasioni, l'incontro si infiamma a partite dal 20': Elkeson sfiora il gol con un bel mancino, Cissé gli risponde con un colpo di testa sul quale Junling è bravo ad evitare il tap in di Jingdao. Il vantaggio lo realizza il solito Wu Lei (23'), che al volo, su assist di Akhmedov, infila Dalei con un perfetto diagonale, siglando la sua tredicesima rete in campionato.

Due minuti dopo lo stesso Wu Lei non riesce ad arrivare sul preciso traversone di Hulk. Lo Shandong, invece, è pericoloso solo di testa, prima con Gil (parato) e poi due volte con Pellè (entrambe fuori). Di piede è Papiss Cissé a sfiorare il pari, con una conclusione dal limite dell'area che termina di poco a lato.

Wu LeiCopyright GettyImages
Elkeson abbraccia Wu Lei

Secondo tempo

Inizia male la ripresa per gli ospiti: dopo trenta secondi si fa male Chuangyi, costretto a uscire dal campo. Passano due minuti e Jingdao colpisce il palo, sulla ribattuta Wang Tong insacca, ma l'arbitro Zhang Lei annulla ingiustamente per fuorigioco. Elkeson prova a smorzare il ritrovato entusiasmo degli Orange Fighters senza fare i conti con Gil, puntuale nel murare la conclusione a botta sicura del suo connazionale.

Al 67' Dalei salva su Hulk, un minuto dopo Pellé prolunga il corner di Junmin e fa da sponda al colpo di testa vincente di Jingdao, al secondo gol stagionale.

Lo Shanghai accusa il colpo e non riesce a creare occasioni; lo Shandong ne approfitta sfiorando il vantaggio con Xinghan e Pellè. Il nervosismo è padrone degli ultimi minuti, ne fa le spese Hulk, ammonto per una spinta ai danni di Dai Lin. Villas-Boas richiama i suoi, ma non basta: all'87' Xinghan corona gli sforzi degli arancioni battendo Junling sul tap in successivo alla traversa colpita da Pellè, firmando così il suo terzo gol in Super League.

XinghanCopyright Twitter
Xinghan abbracciato da Lin e Songyi

Chinese Super League, 19° giornata

Nell'altro posticipo del 19° turno, altro risultato a sorpresa tra Liaoning e Changchun: a vincere, per 1-0, sono i padroni di casa, che lasciano la zona retrocessione a scapito del Tianjin Teda.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.