Freccette, World Matchplay: la finalissima è tra Taylor e Wright

I due favoriti superano Gurney e Lewis: stasera si affronteranno per la conquista del major. Ma Phil conferma che per lui sarà l'ultima partita in questo torneo...

Phil Taylor

56 condivisioni 3 commenti 5 stelle

di

Share

La storia prosegue, la leggenda continua. Almeno per un'altra partita: Phil Taylor stupisce ancora e si qualifica all'ultimo atto del World Matchplay. Eliminato Adrian Lewis (17-9). Sarà la sua diciassettima finale nel torneo, vinto ben 15 volte su 23.

"The Power" resta sui livelli dei quarti giocati ieri contro Michael van Gerwen. Lewis regge botta per metà match, poi si deve arrendere alla precisione di Taylor nelle doppie e ai suoi ventisette 140 del match.

Stasera affronterà per il titolo Peter Wright, che riesce a superare Daryl Gurney nella prima semifinale con il risultato di 17-15.

Freccette, World Matchplay: Taylor, ora manca solo l'ultimo match

Non c'è spazio, purtroppo, per i ripensamenti. Taylor vince contro Lewis e a fine sfida confida pubblicamente di non aver cambiato idea. Questa sarà la sua ultima partecipazione al World Matchplay. E quindi stasera ci sarà l'addio, a prescindere da quello che sarà il risultato.

È stata una partita a tratti difficile, mentalmente sono sempre stato sul pezzo e ho cercato di mettere sotto pressione il mio avversario. Ho allungato il vantaggio, è andata bene. Lo stimo tantissimo e quindi sono contento di averlo battuto. Ringrazio il pubblico di Blackpool, è speciale, è una settimana intera che mi sostiene. Il mio addio? È confermato, non cambio assolutamente idea.

La sfida tra Taylor e Lewis si decide dopo la terza pausa. Fino a quel momento i due avevano viaggiato a braccetto. Taylor cresce, Lewis accusa la tensione e forse anche un pizzico di stanchezza (si è operato alla schiena 2 mesi fa). C'è l'allungo del pluricampione fino al 15-8. Finirà 17-9.

Occhio a Wright, alla prima finalissima al World Machplay

L'altra semifinale, la prima in ordine cronologico, vede di fronte Peter Wright e Daryl Gurney. Un match decisamente più equilibrato e meno spettacolare. Statistiche bassissime, Gurney perde la precisione che lo aveva portato a eliminare Gary Anderson, la testa di serie numero 2 del torneo. Wright è comunque soddisfatto del risultato: si tratta della prima finale al World Matchplay per uno scozzese:

Ho sbagliato tanto nell'approccio, ma ciò che conta è il risultato. La finale? Sono un tipo fiducioso, ma intanto sono soddisfatto di ciò che ho ottenuto.

Stasera, a partire dalle ore 20, sempre su FOX Sports, la diretta della finalissima. La leggenda Phil Taylor contro la prima volta di Peter Wright. Spettacolo assicurato.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.