Dalla Spagna: Antoine Griezmann al Barcellona per dimenticare Neymar

Le Petit Diable è finito nel mirino dei blaugrana, che sarebbero disposti a pagare la clausola da 100 milioni. Ma il giocatore ha appena rifiutato lo United per amore dell'Atletico...

Griezmann Atletico Madrid

1k condivisioni 18 commenti 4 stelle

di

Share

La notizia che vuole Neymar ormai promesso sposo al PSG apre una serie di interrogativi, per il Barcellona, a cui il club dovrà dare risposta in tempi rapidi. Il più pressante, ovviamente, riguarda il modo in cui verranno spesi i 222 milioni provenienti da Parigi, e a chi verrà consegnata l'eredità tecnica del brasiliano - il quale, è bene ricordarlo, non era considerato solo un fuoriclasse indispensabile, ma anche l'uomo su cui costruire il Barça del dopo-Iniesta e del dopo-Messi. Alla lista dei papabili successori di O' Ney se n'è aggiunto nelle ultime ore un altro: secondo Marca, infatti, i blaugrana avrebbero intenzione di dirottare parte dei petrodollari dello sceicco verso Madrid, per strappare all'Atletico Antoine Griezmann.

Griezmann al Barcellona, perché sì

Ci sono almeno un paio di buone ragioni per ritenere possibile l'affare Griezmann al Barcellona. L'attaccante francese ha da poco rinnovato il suo contratto coi colchoneros, sul quale è stata apposta una clausola di rescissione da 100 milioni di euro, che il Barcellona non avrebbe problemi a pagare. Innanzitutto perché gliene resterebbero altri 120 da investire; in secondo luogo perché non sono certo più economici gli altri obiettivi sensibili - da Mbappé a Dybala, passando per Coutinho. E Griezmann è uno che il campionato spagnolo lo conosce alla perfezione, per cui nel suo caso si può parlare di investimento garantito.

Griezmann al Barcellona, perché no

D'altra parte, ce ne sono altrettante che fanno sollevare più di un sopracciglio riguardo all'effettiva fattibilità dell'ipotesi Griezmann al Barcellona. Come abbiamo già detto a proposito di Paulo Dybala, Griezmann e Neymar non sono proprio speculari come caratteristiche tecniche, a partire dal piede d'elezione (mancino Griezmann, destro Neymar). Vero, il francese ha iniziato la carriera come esterno offensivo di sinistra, ma col tempo si è trasformato in una punta pura, letale negli ultimi 16 metri quanto nelle ripartenze. Nel sacro 4-3-3 catalano sembra meno adattabile del brasiliano.

Ma il vero ostacolo potrebbe essere la volontà stessa del giocatore. Le Petit Diable è stato a lungo oggetto del desiderio del Manchester United, disposto a ricoprire d'oro l'Atletico Madrid pur di portare da Mourinho il numero 7. È stato lui a rifiutare: con il suo Atleti bloccato sul mercato dalla sentenza FIFA, il francese non se l'è sentita di tradire la causa nel momento più difficile, come ha raccontato lui stesso a FourFourTwo

L'Atletico aveva bisogno di me e io ho deciso di restare. Andarmene sarebbe stato scorretto e io non sono fatto così

Queste le sue parole di inizio luglio. Se continua a pensarla così, non c'è clausola che tenga. Basterà il fascino del Barcellona a incrinare la sua coerenza?

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.