UFC, Woodley: "Penso che GSP voglia affrontare gente come Wonderboy"

Il campione pesi welter UFC Tyron Woodley si interroga sul futuro dell'ex dominatore di categoria Georges St-Pierre, che si è detto pronto a tornare in attività.

Tyron Woodley, UFC welterweight champion

58 condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

Certezze non ve ne sono, e difficilmente ve ne saranno a breve. Non c'è ancora chiarezza su quello che sarà il futuro del rientrante Georges St-Pierre in UFC, atteso dapprima da un match che lo avrebbe visto opposto al campione pesi medi Michael Bisping, prima che tale ipotesi saltasse a causa degli eccessivi tempi di preparazione del canadese. L'ex re delle 170 libbre non avrebbe infatti varcato l'ottagono prima di fine settembre o inizio ottobre, cosa questa ritenuta assurda dal fighter britannico, che si è visto spogliato del match-up.

Ad oggi, per St-Pierre sembrerebbero aprirsi soltanto le porte per un ritorno nei welter, ma non contro Tyron Woodley. A dispetto delle parole di Dana White infatti - il quale aveva garantito a GSP il vincente tra Maia e l'attuale campione - non sembrerebbero esserci al momento i presupposti per mettere in piedi l'incontro, e questo a causa della volontà del canadese. Stando alle parole di Woodley infatti, St-Pierre preferirebbe affrontare un atleta come Stephen Thompson, piuttosto che tentare repentinamente l'assalto alla cintura che per parecchi anni è rimasta legata alla sua vita.

Geared up! #WarWeek #AndStill @ufc

A post shared by Tyron Woodley (@twooodley) on

L'intervento di Woodley a MMA Hour contraddice dunque la tesi di Dana White, con il post match di UFC 214 che ci offrirà comunque modo di capire in maniera definitiva quale sarà il prossimo aspirante alla corona pesi welter, a prescindere che essa sia detenuta dal prossimo sfidante o dall'attuale campione. Secondo quest'ultimo però, GSP starebbe attualmente "trollando" tutti, manifestando ancora una certa indecisione sul proprio futuro.

Non voglio parlare di GSP oltre il dovuto, perché credo che ad oggi lui si stia prendendo gioco di tutti noi. Non so se abbia realmente intenzione di tornare nell'ottagono, così come non so se voglia affrontare me piuttosto che Bisping. Onestamente però non penso abbia intenzione di combattere contro di me. Credo voglia affrontare Wonderboy (Stephen Thompson, ndr), o comunque qualcuno con cui si sia già allenato. Potrebbe tuttavia affrontare Maia qualora quest'ultimo mi battesse. Mi riesce difficile pensare che St-Pierre abbia intenzione di tornare a combattere dopo tre anni con uno come me, che è assai determinato a non mollare il titolo UFC.

UFC 214: countdown per il tris di match titolati

Fervono i preparativi in vista di UFC 214, evento di mezza estate e classico spartiacque di metà anno per la promotion più importante al mondo nel settore delle MMA, che è solita ormai organizzare una nottata top in questo lasso di tempo. Ben tre match titolati nella card che troverà luogo all'Honda Center di Anaheim, California. Cris "Cyborg" Justino vs. Tonya Evinger, Tyron Woodley vs Demian Maia e soprattutto Daniel Cormier vs Jon Jones 2 infiammano già i palati di tutti i fans, con una serata che, qualsiasi direzione prenda, segnerà un nuovo solco tra le varie divisioni di peso UFC.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.