McGregor vs Mayweather, Malignaggi benedice Conor: "Picchia durissimo"

Conor McGregor continua la sua preparazione al match contro Floyd Mayweather, ricevendo la benedizione dell'ex campione pesi welter WBA Paul Malignaggi.

Conor McGregor vs Floyd Mayweather third staredown

555 condivisioni 9 commenti 5 stelle

di

Share

Si contano i giorni in vista di Conor McGregor vs Floyd Mayweather. Manca meno di un mese all'evento sportivo del secolo, crossover del millennio o un altro dei mille appellativi con cui questo match è stato apostrofato. Un incontro che si terrà al meglio dei 12 round nella categoria dei superwelter (154 libbre, NdR), nel ring della T-Mobile Arena di Las Vegas, Nevada. Per chi ancora non ne fosse al corrente, occorre specificare come tale confronto si terrà all'interno del quadrato della boxe, con annesse regole. Debutto assoluto da pro dunque per McGregor nella nobile arte, opposto ad uno dei migliori pugili che si sono susseguiti a cavallo dei due secoli e dall'immacolato record di 49-0.

Malignacci vs McGregor
Conor McGregor si disimpegna in occasione di uno sparring con l'ex campione pesi welter WBA Paul Malignacci (36-8), ritiratosi nel marzo scorso.

La marcia d'avvicinamento dell'irlandese prosegue con più riserbo di quanto preventivato, viste le poche immagini filtrate dal camp. Quel che è certo è che attualmente McGregor starebbe svolgendo la sua preparazione con uno sparring partner d'eccezione: Paul Malignaggi starebbe infatti aiutando "Notorius" negli allenamenti che lo accompagneranno fino al prossimo 26 agosto, data del tanto atteso confronto con Mayweather. Malignaggi che, a dispetto dei pareri di altri suoi illustri colleghi - qualcuno ha detto Tyson? - non considera affatto il neo-compagno d'allenamento alla stregua di un agnello sacrificale, come chiarito al Jim Rome Show.

Come giudico il livello di McGregor? Senza dubbio è sopra la media. Cioè, anche negli sparring riesce a farmi pensare robe del tipo: "Oddio, questo ragazzo colpisce veramente forte". Certo, non posso additarlo come sicuro vincitore contro Mayweather: non dopo una sessione di sparring, almeno. Tuttavia, Conor sa cosa sta facendo. Ha una sua incoscienza che gli permette di piazzare colpi importanti. Non sto qui a dirvi come sia o non sia forte, ma posso certamente garantirvi come le sue qualità siano tali da metterlo nella condizione di essere rispettato.

Una vera e propria benedizione quella di Malignaggi, seppur lanciata con il freno a mano. A ciò si sono successivamente aggiunte le dichiarazioni dello storico coach dell'irlandese, John Kavanagh. Secondo l'autore del libro "Win or Learn" infatti, McGregor avrebbe raggiunto un livello di forma tale da non essere comparato con quelli passati, al punto tale da sbilanciarsi nel definirlo "Il miglior Conor di sempre".

McGregor vs Mayweather: Nate Diaz assieme a Floyd nel walkout?

Mentre ancora fervono i preparativi in vista del grande giorno, cominciano a filtrare le prime indiscrezioni legate anche ai walkout dei due fighter. Se per quanto riguarda McGregor appare scontata la conferma del mash-up di The Foggy Dew di Sinead O'Connor e Notorious B.I.G. di Notorious B.I.G come canzone d'ingresso, più incerta invece potrebbe essere la scelta di Mayweather, che potrebbe però anche tirare l'ultimo sgarbo all'avversario prima di incrociare i guanti sul ring. Stando a quanto riferito da Jason Lee - rapper ed amico di "Money" - infatti, Nate Diaz potrebbe presenziare nell'ingresso al ring di Floyd, chiudendo con un colpo di coda la contesa mediatica con una mossa che potrebbe rivelarsi astutissima sul piano del marketing.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.