Juventus, niente 10 per Bernardeschi: "Dovrò meritarla sul campo"

Il fantasista arrivato dalla Fiorentina ha scelto la maglia numero 33: l'annuncio nella conferenza di presentazione a Boston.

Federico Bernardeschi sceglierà la numero 33 con la Juventus:niente numero 10

697 condivisioni 11 commenti 0 stelle

di

Share

Non sarà Federico Bernardeschi il prossimo numero 10 della Juventus. L’ultimo arrivato in casa bianconera è stato presentato ufficialmente alla stampa alle 19.30 di oggi, venerdì 29 luglio, ora italiana, a Boston, dove la Juve è al lavoro per l’International Champions Cup. A comunicare la decisione, che aveva sollevato diversi interrogativi nelle ultime ore, è stato lo stesso diretto protagonista. L’esterno offensivo prelevato dalla Fiorentina per 40 milioni di euro più il 10 per cento sulla futura cessione vestirà la maglia numero 33.

Si tratta di una scelta condivisa con la società. Il 10 mi piace, fosse stato per me l'avrei preso, ma è andata così: è giusto che io me la meriti. Poi ovviamente quello è il mio numero. 

Una scelta ponderata, per voce dello stesso Bernardeschi. Che nello scacchiere tattico disegnato da Massimiliano Allegri con il 4-2-3-1 rappresenterà una delle alternative di qualità alle spalle della punta centrale, ma che nelle fantasie dei tifosi bianconeri avrebbe potuto costituire un legame con un passato fatto di qualità, giocate di alto livello e colori azzurri, in parallelo con Alessandro Del Piero e Roberto Baggio.

Bernardeschi, protagonista anche con la maglia dell'Under 21 azzurra nei recenti Europei di categoria, si aggregherà ai suoi nuovi compagni già negli States. Con la Juventus ha sottoscritto un contratto di cinque anni, lasciando così la Fiorentina dopo tre stagioni, 90 presenze e 22 reti tra Serie A e Europa League. Una storia, quella con il club viola, chiusa con alcuni strascichi, sanciti da uno striscione affisso dai suoi ormai ex tifosi. Un episodio stigmatizzato dall’esterno offensivo di Carrara:

C'è purtroppo una parte di società malsana come il tifoso che augura la morte o addirittura brutti mali sui social. Questa credo sia davvero una brutta cosa.

Bernardeschi, niente numero 10: e la Juventus presenta la maglia numero 33

Nella Torino bianconera Bernardeschi è arrivato dopo una lunga trattativa, durata più di un mese. In conferenza, il nuovo acquisto della Juventus ha spiegato di non aver mai avuto paura che il trasferimento saltasse e di essere stato colpito dalla tradizione della sua nuova società:

La Juventus è uno dei top club al mondo, rappresenta una parte di storia del calcio mondiale. Mi ha sempre colpito una cosa, la mentalità che la Juve ha sempre avuto ed è riuscita a mantenere negli anni.

La scelta del numero 33 sulle spalle non è però casuale: si tratta di una scelta legata alla forte fede di Bernardeschi, sottolineata dallo stesso calciatore:

Il 33 è un numero al quale sono molto legato. Sono credente e molto religioso.

In bianconero, Bernardeschi dovrà far fronte a un'agguerrita concorrenza: sulla trequarti, al netto di ritocchi o addii, oggi Allegri dispone anche di Cuadrado, Dybala, Douglas Costa, Mandzukic e Pjaca. Nomi di primo piano sulla scena internazionale, che il calciatore 23enne ha spiegato di rispettare, pur cercando i propri spazi:

Credo la concorrenza in una squadra faccia del bene, crea stimoli sia a me che ai miei compagni. Per riuscire a raggiungere traguardi importanti serve tanta concorrenza. Io sono carico, sono stato accolto da tanti tifosi e li voglio ringraziare: cercherò di farlo a mio modo in campo.

Federico Bernardeschi abbraccia Giorgio Chiellini dopo un gol con l'Italia: i due saranno compagni di squadra
Berrnardeschi abbraccia Chiellini dopo un gol con l'Italia: i due saranno compagni di squadra nella Juventus

L'ex calciatore della Fiorentina è arrivato negli Stati Uniti martedì, giorno in cui i bianconeri sono partiti per Miami per affrontare il Paris Saint-Germain, ha incontrato allenatore e compagni e ha sostenuto i primi allenamenti insieme a loro. Non sarà probabilmente in campo in Juventus-Roma, in programma domenica 30 luglio alle 22 italiane per la gara conclusiva della International Champions Cup. Nel mirino c’è la Supercoppa Italiana, in palio domenica 13 agosto a Roma contro la Lazio. Dal Babson College, la sfida bianconera di Federico Bernardeschi ha avuto il via. Con il numero 33 sulle spalle.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.