Real Madrid, la BBC si scioglie? Zidane non fuga i dubbi

Il tridente d'attacco del Real Madrid, Bale-Benzema-Cristiano Ronaldo, la famigerata BBC, è a rischio: lo stesso Zidane non può garantirne la sopravvivenza.

Un tempo c'era la BBC nel Real Madrid, ora Zidane non può garantirne la sopravvivenza

980 condivisioni 20 commenti 5 stelle

di

Share

E ora, tutti, in coro, salutiamo la BBC. La BBC è morta, lunga (?) vita alla BBC, direbbero alcuni nostalgici, magari alzando un bicchiere. 

Il magico trio d'attacco del Real Madrid, che ne ha determinato le fortune durante la scorsa stagione, potrebbe finire relegato all'imperfetto dell'essere. 

Il Real Madrid non ha più bisogno della BBC? Il mondo non si merita più di vederli insieme? Difficile stabilirlo, fatto sta che Zidane stesso non può garantirne la sopravvivenza. 

Il Manchester City batte 4-1 in amichevole il Real Madrid
Il Manchester City festeggia a modo suo la fine della BBC, con un 4-1 al Real Madrid. Notare la faccia di Marcelo

Real Madrid, c'era una volta la BBC: e adesso, Zidane?

Quando finiscono le favole, la sensazione che solletica la pelle, che rimane appesa addosso, è come di una generica delusione, un picco di scoramento, una leggera vertigine sul vuoto. Ecco, ora la BBC sembra essere arrivata al capolinea. Mentre il Real Madrid perde la seconda amichevole consecutiva (4-1 contro il Manchester City di Guardiola, che non parlerà bene ancora il linguaggio della Premier, ma si fa capire bene quando vuole) pur non giocando malaccio. Certo, la sconfitta ha fatto venire le farfalline nello stomaco di Zidane, ma non d'amoroso palpito, ma di rabbiosa bile. All'ex Juventus non piace perdere, neppure in amichevole, e biliose sono le risposte che dà al termine della partita. Per darvi un'idea:  

Non sono contento della sconfitta, non abbiamo giocato una brutta partita. Solo un brutto risultato. Non abbiamo ancora alcuna preparazione fisica, abbiamo perso e non ha senso parlarne di più. Erano superiori nei momenti importanti. Vogliamo fare partite migliori. Non mi piace perdere, non è una gara importante, però siamo infastiditi, seccati. C'era confusione 

Diciamo che nella scala di rabbia da 1 a Conor McGregor, Zidane era piuttosto vicino all'irlandese. Dovete capirlo: aveva di fronte il grande esule del calcio spagnolo, Pep Guardiola, la figuraccia non è stata gradita affatto. Ha qualche parolina dolce per il canterano Oscar, per Keylor Navas perfino filosofica ("nella vita di un calciatore ci sono momenti difficili, la cosa buona è che non si arrende mai"), poi il sussulto. Gli chiedono della BBC, di Bale-Benzema-Cristiano Ronaldo, e tutto cambia:

Spero che rimangano in questa stagione la BBC (fino a qui tutto bene, ndr). Spero che rimangano tutti quelli che sono qui (tono che diventa diplomatico, aia ndr), ma da qui al 31 agosto può succedere di tutto (tono che vira nel diplomatico - "però ve lo sto dicendo", ndr)

Le due grandi incognite, ovviamente, portano al calciomercato Real Madrid, in entrata e in uscita. In entrata, perché Kylian Mbappè è in arrivo, 180 milioni di euro stanno per essere depositati sul conto del Monaco. Con una piccola variante, quella che il Telegraph chiama, con una punta di poesia, il "Butterfly effect di Kylian Mbappé". Ovvero quel battito d'ali di 180 milioni di euro che possono diventare un uragano in casa Real Madrid. Don Florentino Perez ha racimolato qualcosa come 85 milioni di sterline dalla cessione di Danilo e Morata, ma non è detto che siano le uniche cessioni. Che, come vedete, nel frattempo preoccupano tantissimo Cristiano Ronaldo, in Cina: 


All'altare di Benzema è stato sacrificato per la seconda volta Morata, nella BBC Bale sembra la letterina più sgangherata e pronta a cadere. Magari in Premier, magari in Bundesliga. Si racconta che, prima dell'amichevole contro lo United, nel tunnel Mourinho gli abbia mormorato: "Non posso comprarti, tu non vuoi". Che suona come un: però io vorrei tanto. Ammesso che, alla fine, Mbappé non venga a sostituire il più Galactico di tutti, sua maestà Cristiano Ronaldo, infastidito dal fisco. Questo sì, che sarebbe un uragano, a Madrid e nella Liga. Ma ora ripetiamolo tutti insieme, anche tu, Zidane, non fare finta: la BBC è morta, lunga vita (?) alla BBC. 

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.