Juventus, Buffon difende Bonucci: "Non è un traditore"

Il capitano bianconero si prepara all'ultimo anno con il calcio giocato e promuove la sua difesa: "Siamo ancora al top. Bonucci? Aveva bisogno di una nuova sfida".

Gianluigi Buffon, capitano della Juventus

830 condivisioni 18 commenti 5 stelle

di

Share

Quando parla, non è mai banale. Alla soglia dei 40 anni, da festeggiare a gennaio 2018, Gianluigi Buffon si affaccia a quella che nei suoi piani dovrebbe essere l’ultima stagione da calciatore, la 17esima con la maglia della Juventus cucita addosso: dall’hotel che ospita i bianconeri a Bal Harbour, 20 minuti di auto da Miami e vista sull’Oceano Atlantico, nel corso dell’International Champions Cup, il capitano della Nazionale italiana ha analizzato l’alba dell’annata 2017/2018. Con un pensiero per chi è andato via e per chi è arrivato alla corte di Massimiliano Allegri.

Parole da leader, quelle di Buffon: che rafforza le certezze e sgretola i dubbi sulla compattezza dello spogliatoio bianconero, alimentati dalle voci successive alla finale di Champions League persa il 3 giugno a Cardiff contro il Real Madrid. Si riparte dai 6 scudetti e le tre Coppe Italia vinti dal 2012 ad oggi, con una Serie A che per il numero 1 si preannuncia maggiormente competitiva grazie al ritorno sulla scena del Milan e alla campagna di rafforzamento operata da Roma, Napoli e Inter.

Sarà un campionato più equilibrato, dove si rivedranno i valori di squadre che hanno vissuto stagioni difficili.

Tra le avversarie della Juventus, non può passare inosservata la presenza di Leonardo Bonucci con la maglia del Milan. Uno dei trasferimenti più discussi dell’estate, che Buffon commenta difendendo l’ex compagno di squadra:

Leo sentiva dentro il bisogno di una nuova sfida e il Milan lo ha intrigato. Gli vorrò sempre bene, con lui c’era un’empatia molto forte, è cresciuto tanto in questi 7 anni, come calciatore e come temperamento. Lui ha fatto bene alla Juve e noi come gruppo abbiamo fatto bene a lui. Bonucci traditore? No, ognuno ha le proprie situazioni, anche familiari e personali, che hanno un peso.

Gianluigi Buffon e Leonardo Bonucci, amarezza dopo la sconfitta in finale di Champions League 2016/2017
Gianluigi Buffon e Leonardo Bonucci, delusione dopo il ko di Cardiff: ora saranno avversari

Calciomercato Juventus, Buffon promuove Bernardeschi e blinda Dybala

Che stia studiando per un futuro da dirigente, è più che una possibilità: pochi conoscono l'ambiente bianconero meglio di Buffon. Che rassicura anche circa la permanenza di Paulo Dybala, cercato dal Barcellona, a Torino e accoglie l'ultimo arrivato, Federico Bernardeschi, prelevato per circa 40 milioni dalla Fiorentina.

Le dichiarazioni della società e di Dybala hanno un peso importante. Servirà alla Juve per arrivare dove non siamo ancora arrivati. Federico è stata una grande operazione societaria, è un talento puro con margini di miglioramento tecnici e fisici enormi. La numero 10? Si tratta di una maglia pesante, quindi vanno fatte tante valutazioni per cercare di non rallentare la crescita di un grande talento.

A Bernardeschi, la Juventus ha sommato in entrata Douglas Costa, Bentancur, De Sciglio e Szczesny. Il portiere polacco, prelevato dall’Arsenal dopo l’ottimo biennio con la maglia della Roma, sarà il portiere del futuro in casa Juventus. Parola di Buffon, che difende anche il quartetto di difensori centrali a disposizione di Massimiliano Allegri.

Barzagli, Benatia, Chiellini e Rugani sono esperti, forti e affidabili. Non cambierei questo gruppo di difensori con nessuno al mondo. Ora c’è anche Szczesny, che l’anno scorso è stato il miglior portiere del campionato: la Juventus ha fatto un’operazione giustissima perché avrà un lungo futuro in bianconero. Spero di poterlo aiutare.

In carriera, Buffon ha vinto 8 campionati di Serie A, 1 di Serie B, 6 Supercoppe italiane, 4 Coppe Italia e una Coppa UEFA. Una bacheca dalla quale manca la Champions League, competizione nella quale il portiere di Carrara è arrivato in finale tre volte senza mai conquistare la vittoria finale. La coppa con le orecchie non è però un'ossessione:

Ciò che si è detto di Cardiff mi interessa poco, non abbiamo perso per fantomatiche liti ma perché abbiamo trovato una squadra superiore: la Champions è sempre stata ed è ancora un pungolo per migliorare, non mi trasmette ansia e non è un’ossessione.

Dalle sponde dell’Oceano Atlantico, Buffon ha trovato il tempo per congratularsi con Federica Pellegrini, protagonista dell’ennesima impresa nei Mondiali di nuoto a Budapest. La campionessa azzurra ha annunciato il suo ritiro dai 200 metri stile libero: una scelta in comune con il portiere della Juventus, per il quale quella appena avviata dovrebbe essere l’ultima stagione tra i pali. Obbligatorio, però, utilizzare il condizionale, con i Mondiali di Russia 2018 all'orizzonte:

Quest’anno potrebbe essere l’ultima chiamata ed è molto elettrizzante. Sarà una stagione senza dubbio speciale, ma voglio renderla ancora più formidabile con prestazioni all’altezza del mio nome, che possano aiutare la Juve a ribadire le belle annate da cui veniamo. Ma non voglio che il mio ritiro diventi un tormentone.

Gianluigi Buffon guarda con fiducia al futuro con Juventus e Nazionale
Gianluigi Buffon, portiere di Juventus e Nazionale italiana: sarà la sua ultima stagione da calciatore?

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.