Conte, sviolinata per Harry Kane: "È il top, avrei voluto comprarlo"

Il tecnico del Chelsea tesse le lodi della Scarpa d'Oro: una promessa di un futuro abbordaggio o un tentativo di mettere pressione agli Spurs?

Kane Tottenham

1k condivisioni 14 commenti 3 stelle

di

Share

In Inghilterra si pensa che Antonio Conte sia stato il vero motivo per cui il Chelsea non abbia voluto riprendersi Romelu Lukaku, passato poi al Manchester United per 75 milioni di euro.

Il belga non l'aveva mai entusiasmato, e il tecnico fresco vincitore della Premier League è stato ben felice di vedersi recapitare al suo posto Alvaro Morata, che già avrebbe voluto allenare alla Juventus - i due si sfiorarono solamente nell'estate 2014, visto che Conte lasciò Torino cinque giorni prima dell'acquisto dello spagnolo.

Ma c'è un altro attaccante che lo avrebbe reso ancora più contento: Harry Kane, che l'ex commissario tecnico della nazionale azzurra considera uno dei giocatori migliori in circolazione e per il quale ha ammesso che avrebbe fatto carte false.

Per me Kane è uno dei migliori attaccanti del mondo. Se dovessi scegliere una punta da comprare, andrei dritto su di lui. Parliamo di una punta completa, forte fisicamente, bravo tecnicamente, abile nei movimenti senza palla, è un lottatore, è forte di testa e sa colpire con entrambi i piedi. Davvero, è un giocatore completo, uno dei migliori attaccanti del mondo. Purtroppo, uno come lui ti costerebbe ben oltre i 100 milioni di euro. Almeno. E quando un giocatore costa così tanti soldi, per me significa che li vale tutti

Chelsea, Conte loda Harry Kane: e Morata?

Conte ChelseaGetty
Conte guarda con interesse in casa Spurs

Le parole provenienti da Singapore, dove il Chelsea si trova in tournée, le si potrebbero trovare in una serenata al balcone da parte di un menestrello innamorato. Come dargli torto, d'altra parte: nell'ultimo anno e mezzo, Hurricane ha segnato più gol in campionato di Alvaro Morata nella sua intera carriera (42 contro 40). Certo, lo spagnolo è un attaccante con altre caratteristiche, e con la dote assai rara di timbrare il cartellino nei match più delicati.

E, a differenza di Kane, ha dovuto sempre fronteggiare una concorrenza spietata, sia alla Juventus che, soprattutto, al Real Madrid. Ma questo non incide minimamente sulla legittimità dell'infatuazione di Conte per uno dei bomber più prolifici al mondo, capace di segnare 93 gol nelle ultime tre stagioni e di vincere due volte consecutivamente la Scarpa d'Oro nonostante gli infortuni. 

E Harry Kane, peraltro, non è la sola stella degli Spurs verso la quale Conte ha espresso ammirazione:

Dele Alli è un altro top player, nonostante la giovane età. Se il Tottenham mantiene la stessa squadra dell'anno scorso allora è davvero forte

Con ogni probabilità, più che un corteggiamento alle stelle del Tottenham, Conte ha inteso mettere un po' di pressione sui rivali di North London. Come aveva fatto il giorno prima Mourinho, che aveva definito "fenomenale" la campagna acquisti degli Spurs, definendoli all'altezza di vincere la Premier League. Come si dice? Chi si somiglia si piglia.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.