Calciomercato Lazio: chi è Sardar Azmoun, il Van Basten iraniano

La punta del Rubin Kazan potrebbe diventare il giocatore iraniano più pagato della storia: in patria hanno già annunciato il buon esito dell'affare, ma c'è ancora distanza tra le parti.

La Lazio stregata da Sardar Azmoun

885 condivisioni 97 commenti 5 stelle

di

Share

In Iran sono sicuri: la Lazio è pronta a versare 18 milioni di euro nelle casse del Rubin Kazan per assicurarsi Sardar Azmoun. Addirittura la federazione iraniana ha annunciato l'accordo sui social, anche se le due società devono limare i dettagli e comunicare il trasferimento.

L'attaccante classe 1995 potrebbe diventare il giocatore iraniano più pagato di sempre e il secondo della sua nazione a giocare in Serie A. Prima di lui ci era riuscito solamente Rezaei, che nel 2001 arrivò in Italia sponda Perugia e in seguito indossò anche le maglie di Messina e Livorno.

Un colpo di calciomercato per la Lazio che sta cercando di farsi trovare pronta in caso di partenza di Keita Balde. Sardar Azmoun sarebbe da considerare un acquisto in prospettiva vista la giovane età e la mancanza di blasone, ma potrebbe fare esattamente al caso di Simone Inzaghi.

Calciomercato Lazio: chi è Sardar Azmoun?

Sardar Azmoun sarebbe il sostituto ideale del partente Keita Balde. L'iraniano è un attaccante veloce, tecnico e rapido come il numero 14 biancoceleste, e nonostante la giovane età vanta già un'esperienza internazionale non indifferente: 11 presenze e 4 gol tra Champions League ed Europa League, escludendo le 5 presenze e 2 reti messe a segno nelle qualificazioni alle due competizioni europee. Con la maglia della Nazionale è riuscito addirittura a fare meglio: 16 gol in 26 apparizioni. 

Con Sardar Azmoun, Simone Inzaghi potrebbe cambiare il modulo di gioco dal 4-3-3 al 3-5-2 visto che l'iraniano può giocare tranquillamente da prima o seconda punta. Compagno di reparto di Immobile o, perché no, alternativa all'attaccante italiano, Azmoun in patria è considerato il Van Basten iraniano. 

Gli ostacoli

Per ora le richieste del Rubin non coincidono con l'offerta della Lazio. Ballano un paio di milioni, ma a 18 - metà strada tra i 20 richiesti e i 15 proposti - l'attaccante può sbarcare in Serie A. Decisivi potrebbero risultare i bonus per il buon esito della trattativa.

Obiettivo di mercato della Lazio
Sardar Azmoun, l'attaccante iraniano che ha stregato la Lazio

La Lazio deve e vuole liberarsi di Djordjevic, attaccante dall'ingaggio pesante che è fuori dal progetto tecnico di Simone Inzaghi. Esiste già una trattativa avviata con l'Olympiakos, che però non ha alcuna fretta di accelerare visto che il serbo andrà in scadenza nel 2018 e i biancocelesti hanno bisogno di fare cassa.

خدارو شكر♥️ @fcrk

A post shared by IAmSardar (@sardar_azmoun) on

Per Sardar Azmoun di fatto sarebbe il secondo trasferimento in questa finestra di calciomercato. Sull'iraniano infatti si era scatenata una diatriba tra Rubin - squadra attuale, proprietaria del cartellino - e Rostov - squadra in cui ha giocato la scorsa stagione che sembrava aver esercitato l'opzione di riscatto. A spuntarla sono stati i primi, che hanno negato l'esistenza della clausola. 

Ottimismo

Non è un mistero che Igli Tare sia al lavoro in vista del nuovo campionato di Serie A per regalare a Simone Inzaghi un attaccante come Samdar Azmoun. Durante questa sessione di calciomercato prima è stato fatto un tentativo per il Papu Gomez, rispedito quasi immediatamente al mittente, poi per Borini, sfumato per il sorpasso al fotofinish del Milan. Se tre indizi fanno una prova non solo in Italia, ma anche in Iran, la Lazio è finalmente pronta ad abbracciare il giocatore di cui ha bisogno.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.