Pistole, colpi di genio e investiture: Centurion, erede di Baggio

L'ex Pallone d'Oro ha puntato pubblicamente su di lui: "Ma gli manca la testa". Pochi giorni fa era ad un passo dal ritorno al Genoa, ora è di nuovo del Boca Juniors.

893 condivisioni 52 commenti 4 stelle

di

Share

Vivere in Argentina, per Roberto Baggio, vuol dire anche seguire il calcio. E lì il Divin Codino si è innamorato di Ricardo Centurion. In una recente intervista ha ammesso che vede nel calciatore argentino il suo erede. Che ha un piccolo grande difetto: la testa.

Ma chi è Centurion? Qualcuno dirà: "Stiamo parlando della meteora passata al Genoa qualche anno fa?". Esatto. Anzi, il Grifone era pronto anche a fare il bis, salvo poi ripensamenti dell’ultima ora da parte del giocatore. Che sia forte è vero, Roby non sbaglia. Ma è matto "come un cavallo", e anche questo l’ex numero 10 azzurro lo sa.

Ricardo Centurion è un talento assoluto. Il problema è la testa, maledetta testa. Piedi fenomenali, giocate da mago, ma poi chi comanda è sempre il cervello. E se ti manca, anche se sei uno dei migliori prospetti del calcio argentino, anche se Baggio ti ha prestato per un attimo il suo scettro, non puoi farci nulla. Tranne salvarti evitando di affogare nelle tue stesse qualità.

Ricardo Centurion ai tempi del Genoa
Ricardo Centurion con la maglia del Genoa nel 2013

Ricardo Centurion, un talento (quasi) sprecato

Ricardo Centurion è un ragazzo classe ’93 abituato a vivere sopra le righe. E nel calcio non funziona così. Le righe sono lì proprio per limitare il campo, il tuo raggio d’azione, quasi a dirti: stai dentro ragazzo, che poi ti perdi. Cresce nelle giovanili del Racing Club. Nel 2013 il salto in Italia, al Genoa appunto. Preziosi dopo un anno e poche presenze non lo riscatta. Torna al club che lo ha lanciato, poi va al San Paolo, Boca Juniors, di nuovo in Brasile, ancora Boca. Diciamo però che nelle ultime ore la sua vita poteva mutare. Il Genoa era pronto a dargli un'altra possibilità: aereo per l’Italia, visite mediche, contratto da firmare. Il ripensamento dell’ultimo minuto ha fatto saltare il tutto. Centurion risaluta il Bel Paese, meglio ritornare alla Bombonera.

Gracias por todo perro @jrmazzoni11

A post shared by Ricardo Adrian Centurion (@adrianricardo1993) on

Piede destro delizioso, grande visione di gioco, classe da vendere, velocità di pensiero. Ama giocare a sinistra per poi accentrarsi. Agli inizi di carriera lo paragonano a Di Maria. Carattere ballerino, si fa per dire. In Argentina lo chiamano El Wachiturro perché ama la cumbia, la danza colombiana diventata famosa anche tra gli argentini di Buenos Aires. 

Il mio erede? Non saprei. Guardo molto calcio sudamericano e, da tifoso del Boca Juniors, mi piace molto Centurion, ma deve migliorare fuori dal campo.

Così ha parlato Roberto Baggio. Parole che valgono oro, per niente colte dall’argentino. L’ultima sciocchezza commessa? Qualche notte fa, il ragazzo e il suo gruppo di amici vanno in una discoteca a Lanus. Un tifoso gli chiede una foto, vuole assolutamente un selfie. Ricardo non ci sta, si alzano i toni, scatta la rissa. Serve la polizia per placare gli animi. Un episodio che ora fa riflettere anche il Boca Juniors, che lo vorrebbe in rosa solo a certe condizioni.

Il nuovo contratto sarà firmato nei prossimi giorni, il club però vuole inserire una clausola per proteggersi da eventuali e future bizze del giocatore. E il suo acquisto ha sollevato più di una critica da parte dei frequentatori della ’12’, la parte calda della Bombonera:

Abbiamo preso una bomba ad orologeria dal valore di 5 milioni di dollari.

Centurion, l'erede di Baggio
Centurion in azione con la maglia del Boca

Episodi e foto discutibili

Non fraintendete, non stiamo parlando di un personaggio della serie "Narcos". E Centurion non ha nessun punto di contatto con Escobar e i suoi amici. Eppure se si va oltre il suo curriculum calcistico, di episodi poco piacevoli ce ne sono abbastanza. Nel 2016 ad esempio, causa un incidente mentre guida in stato di ebbrezza. Non solo, fugge prima dell’arrivo della polizia. Qualche mese fa invece, è stato denunciato dall’ex ragazza per minacce e aggressioni. 

Per non parlare delle foto che girano in rete. Per così dire, poco raccomandabili. Come quella in cui un Centurion 16enne posa con sorriso malizioso e una pistola in mano. Sono le ombre di un ragazzo difficile. Che nel calcio ha trovato una preziosa valvola di sfogo, ma che forse non basta.

Centurion, la foto incriminata
Centurion a 16 anni in posa con una pistola

Con la camiseta del Boca ora può rilanciarsi. È l’ultimo treno, a 24 anni bisogna salirci di corsa. Il popolo del calcio, quello che ama le sue giocate ricche di talento, è con lui. E poi ha un tifoso particolare: Roberto Baggio. Un Dio del calcio che punta su di lui. Sarebbe un peccato deluderlo. 

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.