Cristiano Ronaldo: "La rivalità con Messi mi spinge a migliorare"

L'eterna contrapposizione fra Cristiano Ronaldo e Lionel Messi ha spinto il portoghese a raggiungere vette sempre più alte anno dopo anno. "Non posso rilassarmi".

La rivalità fra Cristiano Ronaldo e Lionel Messi ha tenuto banco negli ultimi 10 anni

2k condivisioni 91 commenti 4 stelle

di

Share

Il bianco o il nero?  Nord o Sud? Mare o montagna? Real Madrid o Barcellona? E, ancora più nello specifico, Cristiano Ronaldo o Lionel Messi? Le eterne contrapposizioni sono queste. E i due campioni dell’epoca moderna dividono come nessun altro al mondo. D’altronde la rivalità fra i due è davvero accesissima.

Per esempio, nell’ultima Champions League Ronaldo dai quarti in poi ha segnato 10 gol, ma fino a quel momento il confronto con Messi era impietoso: 11 reti l’argentino, 2 il portoghese. Troppa differenza. La Pulce però ai quarti non ha segnato contro la Juventus venendo eliminato, mentre CR7, proprio grazie alla doppietta in finale contro i bianconeri, è diventato capocannoniere della competizione.

Togliere il successo al rivale ormai per Ronaldo e Messi è quasi più importante che vincere. A dicembre il portoghese dovrebbe ricevere il suo quinto pallone d’oro e raggiungere l’argentino in questa speciale classifica. E l’eterna discussione continua: chi è effettivamente il migliore dei due?

Vota anche tu!

Messi o Ronaldo, chi preferisci?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Ronaldo ammette: la rivalità con Messi lo ha reso migliore

La domanda resterà orfana di risposta. Anche se in realtà ognuno di noi ha un’idea ben precisa. A mancare è la verità assoluta. In un’intervista rilascia a ESPN, Cristiano Ronaldo ha ammesso di non voler essere secondo né a Messi né ad altri:

Lottiamo tra di noi, con Messi, Neymar, Lewandowski, Higuain. Non è una competizione sana, ma è ciò che mi dà la motivazione per essere il migliore anno dopo anno. I migliori seguono sempre i migliori. Chi è più in alto si trova lì perché anche gli altri sono lì. Non si può rilassare altrimenti viene superato.

Ronaldo ormai ha raggiunto vette mai toccate da altri calciatori. È una vera e propria fabbrica di soldi, è un marchio, ha intrapreso il suo primo tour promozionale individuale volando in Cina in partnership con la Nike, questo grazie alle vacanze ulteriori delle quali ha diritto dopo aver giocato la Confederations Cup col Portogallo. CR7 ha documentato il suo viaggio attraverso i social, facendosi ancor più pubblicità. Il suo obiettivo dichiarato è quello di favorire la crescente cultura calcistica in Cina e di incoraggiare i giovani a intraprendere questo sport. D’altronde Ronaldo nemmeno in vacanza si stacca dal calcio. Perché vuole essere il migliore. E l’eterno dilemma persiste: il bianco o il nero?  Nord o Sud? Mare o montagna? Real Madrid o Barcellona? E, ancora più nello specifico, Cristiano Ronaldo o Lionel Messi?

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.