Cassano smentisce la moglie: "Lascio il calcio. Chiedo scusa a Verona"

Il talento barese saluta definitivamente il club e il calcio per motivi di famiglia. Il presidente Setti: "Non ce la fa di testa, è un vero peccato".

Antonio Cassano pensa nuovamente al ritiro: potrebbe lasciare il Verona

773 condivisioni 98 commenti 0 stelle

di

Share

Molla, resta, anzi lascia. Antonio Cassano saluta definitivamente l’Hellas Verona e il calcio dopo la conferenza stampa di sei giorni fa nella quale aveva annunciato di voler proseguire con gli scaligeri, fugando le voci di addio a una settimana dalla firma. In queste ore Fantantonio sta lavorando alla risoluzione del contratto con la formazione allenata da Fabio Pecchia.

A determinare la scelta del calciatore di Bari Vecchia, classe 1982, sarebbe la distanza dalla famiglia. Cassano aveva accettato l'offerta del Verona a inizio luglio, tornando di fatto a far parte del calcio giocato dopo un anno di stop forzato, vissuto da separato in casa con la Sampdoria e trascorso allenandosi con la Primavera blucerchiata a Bogliasco e in solitaria. 

Il tridente completato da Alessio Cerci e Giampaolo Pazzini aveva presto stuzzicato le fantasie della tifoseria dell'Hellas Verona, tornato in Serie A dopo un anno di Serie B, e del direttore sportivo Filippo Fusco, uno dei principali artefici dell'arrivo di Cassano nella città di Romeo e Giulietta: per il talento pugliese si trattava dell'ultima chance per restare ad alto livello. Un'occasione che è stata sprecata nonostante le garanzie fornite nell'ultima conferenza stampa.

Cassano, clamoroso dietrofront

A 14 giorni dalla firma con l'Hellas Verona, Cassano interrompe così la sua avventura con il club veneto e con il calcio giocato. Al termine della fase di ritiro vissuta a Primiero, Pecchia ha concesso ai suoi 48 ore di riposo: mercoledì, alla ripresa degli allenamenti, Cassano non ci sarà. L’accumulo di stress dettato dalla distanza dalla famiglia ha avuto la meglio sulla voglia di dimostrare di essere ancora un calciatore. La conferma è arrivata anche dalle parole rilasciate all'Ansa dal presidente del Verona, Maurizio Setti:

Questo ragazzo non ce la fa di testa, anche se fisicamente e atleticamente sta molto bene. Professionalmente non gli si può rimproverare nulla, non riesce a rimanere sereno e lucido in un gruppo e vuole restare a casa. C'è un up e un down, parla e poi sta muto: peccato.

Fabio Pecchia all'Hellas Verona non allenerà Antonio Cassano, vicino al ritiro
Fabio Pecchia, allenatore dell'Hellas Verona: dovrà pensare a come sostituire Antonio Cassano, vicino al ritiro

Una delle maggiori curiosità della nuova stagione si trasforma così in una telenovela senza lieto fine. Cassano discuterà ora insieme al suo agente la risoluzione del contratto con l'Hellas Verona. Il club gialloblù è rassegnato ad accettare la scelta dell'attaccante, consapevole che nello sport è la mentalità a fare la differenza, unita alla classe: se Cassano vorrà cambiare vita, il Verona darà l'ok. Una decisione ormai presa, nonostante quanto lo stesso attaccante aveva assicurato pochi giorni fa:

Non volevo prendere una decisione di pancia e ho fatto bene così: ho deciso di continuare con il Verona per vincere questa sfida.

Le parole della moglie, poi la smentita: "Lascio il calcio"

La conclusione è degna di tutta la vicenda. Prima Antonio Cassano rilascia queste parole attraverso l'account Twitter della moglie Carlina Marcialis:

Non ho intenzione di lasciare il calcio, semplicemente non me la sento di continuare con l'Hellas Verona. Fisicamente sto benissimo, come ho dimostrato nei 15 giorni di preparazione, ma mentalmente non sono stimolato a continuare in questo club. Ringrazio di cuore il presidente Setti, il ds Fusco, Pecchia e la squadra per la disponibilità concessami.

Poi la smentita e l'addio al calcio: 

Carolina ha sbagliato, dopo averci pensato e riflettuto alla fine ho deciso, Antonio Cassano non giocherà più a calcio. Chiedo scusa alla città di Verona. Per un uomo di 35 anni sono le motivazioni a dettare la vita. E in questo momento sento che la mia priorità è rappresentata dal fatto di stare vicino ai miei figli e a mia moglie.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.