Pazzo Manchester City: Mendy il difensore più pagato al mondo

Preso per 57.5 milioni di euro dal Monaco campione di Francia, nessuno difensore è costato quanto lui: ecco tutte le spese folli di Guardiola per il reparto arretrato.

Benjamin Mendy, nuovo calciatore del Manchester City: è il difensore più pagato al mondo

2k condivisioni 164 commenti 4 stelle

di

Share

Che sia l'estate dei difensori pagati a peso d'oro, ci sono pochi dubbi: Leonardo Bonucci dalla Juventus al Milan è uno dei tanti esempi, ma in Premier League c'è chi ha deciso di sbaragliare la concorrenza. Si tratta del Manchester City di Pep Guardiola, che dopo Kyle Walker dal Tottenham, pagato 56 milioni di euro, e il brasiliano Danilo dal Real Madrid, ha fatto tris nella linea arretrata con il prossimo arrivo di Benjamin Mendy dal Monaco. Il terzino sinistro classe 1994, che lo scorso 17 luglio ha festeggiato 23 anni, è costato ai Citizens 52 milioni di sterline, l'equivalente di 57,5 milioni di euro.

Cifre astronomiche, che faranno del terzino sinistro della nazionale francese il difensore più pagato al mondo: per il Manchester City una tradizione che si rinnova negli anni, dopo aver sborsato decine di milioni per rinforzare il cuore della difesa con i vari Mangala, Otamendi e Stones, ottenendo in cambio risultati altalenanti. Quest'anno Guardiola ha deciso di investire sulle corsie: si spiegano così i circa 140 milioni di euro spesi per i tre laterali difensivi.

L'estate del Manchester City non si è però fermata alle entrate in difesa: nel reparto offensivo è arrivato Bernardo Silva sempre dal Monaco (costato 48 milioni), mentre tra i pali è stato il turno del portiere Ederson dal Benfica (40 milioni). Il messaggio è chiaro: per dimenticare una stagione chiusa da Pep Guardiola e i suoi senza trofei occorreva rinforzare profondamente l'organico. Messaggio recepito dal proprietario Mansur bin Zayd Al Nahyan a suon di milioni.

Josep Guardiola, chiamato al riscatto sulla panchina del Manchester City
Josep Guardiola, chiamato al riscatto sulla panchina del Manchester City: già 140 milioni spesi per la difesa

Mendy, acquisto record: la storia del calcio inglese insegna

Cifre faraoniche, per un totale di circa 217 milioni di euro versati per cinque acquisti. La trattativa per portare Mendy al City non è stata affatto semplice: il Monaco ha rifiutato prima un'offerta da 44,5 milioni di sterline, poi una da 50 milioni prima di cedere alle sirene e ai soldi inglesi. Cresciuto nel Le Havre e passato per il Marsiglia, Mendy è stato tra i protagonisti della squadra allenata da Leonardo Jardim, vincitrice della Ligue 1 2016/2017 e semifinalista di Champions League.

Una rivoluzione dal basso, a segnare una delle chiavi del guardiolismo: i terzini. Dal Barcellona al Bayern Monaco, elementi chiave per il tiqui-taca che l'allenatore spagnolo ha in mente: gli addii di Sagna, Clichy, Zabaleta e Kolarov avevano liberato posti in corsia. Prontamente rimpiazzati da tre colpi di elevata qualità su scala europea.

Kyle Walker, pagato dal Manchester City 50 milioni di sterline
Kyle Walker, uno degli acquisti a peso d'oro del Manchester City 2017/2018

L'arrivo di Mendy all'Etihad Stadium confermerà ancora una volta la tradizione della Premier League, votata a spese esorbitanti per l'acquisto di difensori: prima degli acquisti dell'estate 2017 targati Manchester City, il podio dei difensori più costosi della storia del calcio era composto  nell'ordine da Rio Ferdinand, che nel 2002 lasciò il Leeds per il Manchester United per 46 milioni, David Luiz, passato dal Chelsea al Paris Saint-Germain per 49,5 milioni di euro. Al primo posto c'era ovviamente il City, con l'arrivo di John Stones dall’Everton per 55,6 milioni. Tutto cambia affinché nulla cambi, almeno in sede di mercato. Sul campo, i risultati attesi da Guardiola e i suoi sono diversi.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.