ICC, il Milan è subito grande: 4-0 al Bayern, doppietta di Cutrone

La squadra di Montella si esalta e affonda Ancelotti con un netto 4-0. Oltre alla doppietta del classe '98, esultano i nuovi acquisti Kessie e Calhanoglu.

2k condivisioni 144 commenti 5 stelle

di

Share

Dopo la prima amichevole di lusso giocata e persa contro il Borussia Dortmund, il Milan di Vincenzo Montella affronta un'altra grande di Germania nella seconda giornata dell'International Champions Cup. Allo stadio Shenzhen Universiade Center va in scena la sfida al Bayern Monaco di Carlo Ancelotti, allenatore che dalle parti di Milanello ha lasciato giusto qualche ricordo. 

Per i rossoneri è un trionfo. Grazie alla rete di Kessie e alla doppietta di Cutrone il match di fatto si chiude nel primo tempo, mentre Calhanoglu fa 4-0 nel finale. La squadra di Montella è apparsa brillante e i neo acquisti hanno ben figurato (esordio per Bonucci nel secondo tempo). Male invece gli uomini di Ancelotti, poco aggressivi in mezzo al campo e meno lucidi sotto porta rispetto agli avversari.

Ora per il Diavolo ci sarà il ritorno in Italia e giovedì 27 l'andata della sfida nel preliminare di Europa League al Craiova, squadra romena allenata da Devis Mangia. Per passare il turno servirà un approccio simile a quello visto in questo match. Ma il Milan c'è e sta crescendo.

International Champions Cup: poker Milan al Bayern Monaco

Dopo un quarto d'ora tutto pressing e ritmi alti è il Milan a passare in vantaggio. Bella triangolazione Ricardo Rodriguez-Niang sulla sinistra, con l'ex Wolfsburg che la mette in mezzo trovando, dopo una deviazione della difesa del Bayern Monaco, l'inserimento vincente di Kessie, bravo a metterla dentro con il destro di controbalzo. Pochi minuti dopo è ancora la squadra di Montella a rendersi pericolosa con Niang, che per poco non provoca l'autorete di Hummels: Fruchtl è attento e trattiene.

Ma il 2-0 è soltanto rimandato, perché al 25' un colpo di testa perfetto di Cutrone lascia immobile il portiere tedesco. Da segnalare inoltre il secondo assist di Ricardo Rodriguez, autore anche del cross da calcio di punizione che ha portato al raddoppio milanista. Per Montella la notizia migliore finora è senza dubbio la condizione dei suoi giocatori, apparsi brillanti e aggressivi su ogni pallone.

Nei minuti finali di primo tempo cerca la reazione un Bayern irriconoscibile. Al 40' ci prova Lewandowski, che dopo essersi fatto murare dalla barriera un calcio di punizione dal limite ci riprova con il destro, ma la palla esce di poco a lato. Passano un paio di minuti e in contropiede il Milan non perdona, portandosi addirittura sul 3-0 al termine del primo tempo. Fantastica l'azione orchestrata dai rossoneri, con Niang bravissimo a saltare l'uomo a centrocampo servendo poi Cutrone, che a sua volta trova l'inserimento di Bonaventura in mezzo all'area. Facile poi il tocco dell'ex atalantino nuovamente per il numero 63, bravo a farsi trovare nel posto giusto al momento giusto e a battere Fruchtl da due passi. 

La ripresa

Il secondo tempo si apre con tre sostituzioni eccellenti per il Milan. Montella mette in campo per la prima volta i nuovi acquisti André Silva, Lucas Biglia e Andrea Conti, mentre il Bayern Monaco risponde con James Rodriguez e Renato Sanches (obiettivo di mercato dei rossoneri). E l'approccio dei tre neo milanisti è subito molto buono.

Ritmi che rimangono alti anche a inizio ripresa, con il Bayern in costante proiezione offensiva alla ricerca di un gol che riaprirebbe il match. La prima chance capita sui piedi di Muller, ma il suo tiro potente dalla distanza trova la risposta attenta di Donnarumma. A mezz'ora dal termine altro momento significativo della gara: insieme a Calhanoglu e ad Antonelli fa il suo ingresso in campo Leonardo Bonucci, l'uomo copertina del mercato rossonero. 

L'occasione più grande per i bavaresi arriva al 72', quando Tolisso viene servito benissimo da Lewandowski ma a tu per tu con Donnarumma calcia sull'esterno della rete. Cinque minuti più tardi è Muller invece a divorarsi l'1-3, facendo sedere Donnarumma ma cercando incomprensibilmente un passaggio invece del tiro. Dall'altra parte a chiudere il risultato sul 4-0 ci pensa un destro preciso e imprendibile di Calhanoglu, entrato benissimo nella gara come già successo nella sfida al Borussia.

Rossoneri che dunque annichiliscono il Bayern campione di Germania e si apprestano ora a giocare il preliminare di Europa League, con la voglia di mostrare nuovamente tutta la bontà del lavoro di Montella. Perché l'accesso ai gironi è l'obiettivo più importante della caldissima estate milanista.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.