Non solo Dybala: gli obiettivi del Barcellona per il dopo-Neymar

Se il PSG dovesse davvero pagare la clausola di O' Ney, i blaugrana non hanno intenzione di farsi trovare impreparati e studiano il profilo del suo successore.

Dybala Juventus

1k condivisioni 76 commenti 5 stelle

di

Share

Va bene Morata al Chelsea, va bene Bonucci e la campagna acquisti da record del Milan, va bene Lukaku da Mourinho, ma il vero terremoto di questa già memorabile sessione di calciomercato è ancora in nuce. Il possibile trasferimento di Neymar al PSG è di quelli destinati a scombinare radicalmente la geopolitica pallonara, rilanciando poderosamente il progetto parigino, che ultimamente aveva preso un po' di polvere, e sollevando qualche legittima domanda: a proposito della cifra mostruosa che Al-Khelaifi sarebbe disposto a versare (222 milioni di euro, 100 in più del record stabilito dal Manchester United per Pogba solo un anno fa), e a proposito dei piani del Barcellona

Fino a questo momento, i catalani hanno mantenuto una posizione piuttosto defilata sul fronte degli acquisti, limitandosi alla recompra di Gerard Deulofeu (12 milioni) e all'acquisto dell'esterno portoghese Semedo (30 milioni), e impantanandosi nel tentativo di strappare Marco Verratti al PSG.

Evidentemente, la possibile dipartita di Neymar proprio in direzione Parigi rappresenterebbe una doppia beffa per i blaugrana, nonché un segnale di debolezza nei confronti di un club umiliato solo pochi mesi fa con la più clamorosa remuntada della storia della Champions League.

Barcellona, i possibili sostituti di Neymar

Naturalmente, in caso di addio di Neymar, il Barcellona sarebbe costretto a una risposta immediata quanto efficace. Secondo le prime indiscrezioni provenienti dalla Spagna, i blaugrana avrebbero già preparato un'offerta da oltre 90 milioni di euro per convincere la Juventus a privarsi di Paulo Dybala. La Joya è un giocatore sicuramente molto apprezzato in Catalogna, ma la pista sembra complicata non solo per la volontà della Juve (che non intende affatto venderlo), ma anche per questioni tattiche. Dybala, infatti, ama partire da posizione centrale, o eventualmente da destra per poi accentrarsi e sfruttare il suo mancino: insomma, andrebbe a occupare la zona di Leo Messi, mentre l'immutabile 4-3-3 blaugrana avrebbe bisogno di un attaccante che parta da sinistra, come fa Neymar appunto. E questo è vero nonostante Messi sia uno dei grandi sponsor dell'approdo del suo connazionale a Barcellona.

MbappéGetty
Kylian Mbappé, fenomeno del Monaco

Non ci sarebbe alcun problema di inquadramento tattico con Kylian Mbappé. Il fenomeno del Monaco è il protagonista di tanti sogni umidi da parte di mezza Europa, Real Madrid in testa, ed è considerato il più probabile fuoriclasse di riferimento dei prossimi anni. Può giocare indifferentemente al centro come sugli esterni, esattamente come il suo modello d'elezione, Thierry Henry: guarda caso, un altro ex-Monaco che al Barça ci è finito sul serio, per giocare a sinistra nel tridente. Pare che i monegaschi abbiano fissato un prezzo superiore ai 150 milioni di euro per il loro tesoro, cifra destinata ad aumentare in caso di asta selvaggia: ma con 222 milioni di euro di Neymar il Barcellona può permettersi una follia. Che, visti i prezzi che corrono, così tanto folle non sarebbe.

DembeleGetty
Ousmane Dembélé, il Borussia Dortmund lo valuta 90 milioni di euro

Ancora più simile a Neymar è Ousmane Dembélé, 20enne funambolo del Borussia Dortmund. Fisicamente strutturato come il brasiliano, meno tecnico e aggraziato ma ancora più rapido, pressoché ambidestro, ottimo uomo-assist e in grado di giocare ovunque lungo il fronte offensivo, il francese è da tempo nei pensieri del Barcellona. Costa decisamente meno del suo connazionale, circa 90 milioni (75 in più di quelli che i tedeschi hanno versato al Rennes nel 2016), anche se, nonostante la maggiore età, sembra forse meno pronto di Mbappe per il salto definitivo.

Hazard ChelseaGetty
Eden Hazard, per il Chelsea è intoccabile

Il terzo obiettivo su cui potrebbe virare il Barcellona per il dopo-Neymar è Eden Hazard, al contempo la soluzione migliore e quella meno percorribile. Migliore perché il belga è già a tutti gli effetti un fuoriclasse in grado di non far rimpiangere O' Ney, né dal punto di vista tecnico né da quello dell'immagine. Meno percorribile perché per il Chelsea è ovviamente incedibile e portarlo via dalle grinfie di Antonio Conte potrebbe rivelarsi una missione impossibile.

Philippe Coutinho LiverpoolGetty
Oggetto misterioso all'Inter, Philippe Coutinho è diventato grande coi Reds

Infine, ecco una vecchia conoscenza del calcio italiano, Philippe Coutinho. Niente a vedere con lo spaurito talentino visto con la maglia dell'Inter tra il 2010 e il 2013: il brasiliano, ora 25enne, è cresciuto fino a diventare uno dei migliori giocatori della Premier League con la maglia del Liverpool, club con il quale ha collezionato già 287 presenze e 57 reti in quattro anni e mezzo. Profilo diverso rispetto a Mbappe e Dembele: sicuramente meno attaccante del primo (anche se negli ultimi anni è cresciuto dal punto di vista realizzativo), meno geniale del secondo, Coutinho brilla per duttilità e senso dell'ultimo passaggio, oltre che per un gran tiro dalla distanza (di cui ogni tanto abusa). Anche lui costa sui 90 milioni e al Barcellona potrebbe arrivare anche come futuro rimpiazzo di Andres Iniesta.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.