Morata spiega: "Ecco perché ho scelto il Chelsea e non il Man Utd"

L'attaccante del Real Madrid ha spiegato le motivazioni che lo hanno spinto a scegliere i Blues e non il Manchester United.

Alvaro Morata, ex attaccante del Real Madrid

1k condivisioni 14 commenti 5 stelle

di

Share

Dopo le tante speculazioni sul suo conto, Alvaro Morata ha finalmente scelto la sua prossima destinazione: sono bastate poche ore allo spagnolo per accettare l'offerta del Chelsea e cedere alle avance di Antonio Conte. Un'operazione più che onerosa per Abramovich, che verserà poco più di 80 milioni di euro nelle casse del Real Madrid e 9 a stagione in quelle dell'attaccante ex Juventus. 

La decisione di Morata però, è molto più ponderata di quanto in realtà si possa immaginare. Parlando ai microfoni di Marca, il quotidiano spagnolo più vicino alle vicende della squadra di Zinedine Zidane, lo spagnolo ha spiegato quale siano state le reali motivazioni che lo hanno spinto a scegliere il trasferimento ai Blues, lanciando una velata frecciatina anche a José Mourinho

Sono felice di annunciare che mi trasferirò a Londra. Ringrazio Madrid, il Real, Zidane e tutti i tifosi, qui ho vinto tanto e sarò sempre grato a tutti ma ora non vedo l'ora di vestire la maglia del Chelsea. Ho scelto loro perché sono convinto che sia il posto migliore per poter crescere e migliorarmi. 

Forse ha capito che il Manchester United non era l'ambiente adatto per lui? O semplicemente qualcosa è andato storto nella trattativa con i Red Devils? 

Morata ringrazia Conte: "Lui ha sempre creduto in me"

Morata ha voluto spiegare il ruolo avuto da Conte nella trattativa e l'ha voluto ringraziare ed elogiare per la fiducia che gli ha dimostrato sin dai tempi della Juventus. 

Sarò allenato dall'allenatore che più di tutti ha creduto in me. Non posso che essere felice. Lui ha sempre scommesso su di me e sulle mie capacità sebbene non mi abbia mai allenato. Alla Juventus mi volle più di qualsiasi altra cosa ma se ne andò prima che io arrivassi. Mi conosce meglio di quanto io possa immaginare e questo non può che essere un vantaggio: mi dà stimoli per far sempre meglio e allenarmi con continuità. Mi sento in debito con lui.

Stando alle sue parole, il rapporto con l'allenatore sarà la rampa di lancio verso la sua nuova ed entusiasmante esperienza inglese. Morata è atteso a Londra nella giornata di oggi per completare le visite mediche e mettere finalmente la firma sul contratto. La sua intenzione è quella di raggiungere i suoi nuovi compagni impegnati nel tour estivo in Cina così da poter entrare subito a contatto con l'ambiente e scambiar due parole con il suo nuovo allenatore. 

Morata al Bernabeu dopo la conquista della Champions League

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.