Tour de France, a Le Puy en Velay urla Mollema! Froome c'è col brivido

Grande vittoria per l'olandese dopo una fuga movimentata, secondo Ulissi. La maglia gialla accusa un problema meccanico, si stacca e poi rientra. Domani riposo.

Tour de France, Bauke Mollema vince la 15° tappa

37 condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

Gambe e testa. Così Bauke Mollema ha vinto la 15esima tappa del Tour de France. Una frazione movimentata piena di colpi di scena. Come il problema accusato da Chris Froome ai piedi del Col de Peyra Taillade: una foratura che lo fa staccare dal gruppo dei migliori. Landa lo riporta dentro, maglia gialla di nuovo al sicuro. Domani giorno di riposo che arriva al momento giusto dopo una giornata molto faticosa.

Tour de France, Froome attaccato

Fuga, bisogna provarci da lontano. Va via un gruppetto, da lì si lancia Tony Martin in cerca della vittoria. L’ostacolo del giorno si chiama Col de Peyra Taillade: 8,3 km al 7,4%, prima categoria.

Ai piedi della montagna l’intoppo per Chris Froome: problemi meccanici, l’inglese rimane attardato. Davanti Bardet, Aru e gli altri migliori vanno via. A prescindere, il tre volte vincitore del Tour de France non pedala bene, ma usa la testa.

E al tratto più duro, rieccolo in gruppo grazie all'aiuto di Landa. Bardet rilancia, gli vanno dietro Uran, Contador e Aru. Una sfida nella sfida. E Quintana naufraga definitivamente. Accelerazioni, giochi di sguardi, ma sono di nuovo tutti insieme.

E davanti la situazione è cambiata: Barguil passa per primo allo scollinamento del Col de Peyra Taillade con un vantaggio di poco meno di 7'' dai migliori. In mezzo però ci sono tanti corridori andati in fuga che riprendono il francese.

Giochi aperti

In avanscoperta questa volta va Mollema. Dietro inseguono Barguil, Roglic, Gallopin e il nostro Diego Ulissi. Dieci chilometri alla fine, la fatica si fa sentire.

Scatti e scattini nel gruppo maglia gialla. In pianura ci prova pure Daniel Martin. Sul traguardo intanto passa Mollema, da dietro non lo riprende nessuno. Grande colpo per il corridore olandese. Secondo Ulissi, terzo Roglic. I migliori arrivano a più di 6'. Non è successo più nulla. Le Alpi sono lì ad aspettare l'ultima settimana del Tour de France.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.