Borussia Dortmund, Gotze torna in campo: "Non è stato semplice"

Centosessantasette giorni dopo Gotze è finalmente tornato in campo nell'amichevole fra il Borussia Dortmund e gli Urawa Red Diamonds: "Non è stato semplice gestire la malattia".

Mario Gotze è tornato in campo 167 giorni dopo e il Borussia Dortmund ha vinto

1k condivisioni 0 commenti 4 stelle

di

Share

Un sollievo. Vederlo correre in campo ha un significato forte e profondo. Mario Gotze finalmente è tornato, 167 giorni dopo la sua ultima partita (in campionato contro il Mainz) ha finalmente indossato maglia e scarpini. Non è ancora al top della forma, ma dopo uno stop così lungo non poteva essere altrimenti.

Nell’amichevole che il Borussia Dortmund ha vinto in rimonta per 3-2 contro gli Urawa Red Diamonds, squadra del massimo campionato giapponese, il tecnico giallonero Bosz ha deciso di mandare Gotze in campo al 62’. I 60mila spettatori presenti si sono alzati e gli hanno dedicato una standig ovation.

D’altronde Mario ha attraversato un momento molto difficile. Non era nemmeno sicuro potesse tornare a fare attività fisica. Per questo ha vissuto piuttosto male l’inizio della fase riabilitativa. Aveva paura, anche perché i tempi di recupero erano indeterminati. Ma ieri ha definitivamente superato la fase più dura.

Vota anche tu!

Gotze riuscirà a tornare quello di un tempo?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Borussia Dortmund, Gotze torna in campo 167 giorni dopo

In campo Gotze non ha fatto vedere grandi giocate, ma comunque, con lui in campo, il Borussia Dortmund è passato dallo svantaggio iniziale al 3-2 finale. Deve perdere qualche chilo e ritrovare un po’ di smalto, ma nessuno ha intenzione di mettergli fretta. Anche il direttore sportivo Michael Zorc, nei giorni scorsi, ha sottolineato quanto sia importante evitare di mettere il ragazzo sotto pressione.

E ieri, al termine della partita, Gotze è sembrato felice e rilassato:

Quanti giorni sono passati? 167? Mamma mia… È stato fantastico tornare. Giocare dopo così tanto tempo è meraviglioso. Finalmente questo periodo così duro è finito. È andato tutto come avevo immaginato. Il mio obiettivo era quello di tornare per la preparazione e ce l'ho fatta. Mi sto allenando da una settimana e sto bene. Sono a disposizione, ma dovrò lavorare per migliorare passo dopo passo. Gestire la malattia non è stato facile, non sapevo cosa sarebbe successo. Negli ultimi 5 mesi non ho potuto fare quel che volevo, altrimenti avrei giocato...

Importante che sia tornato per l’inizio della preparazione. Ha il tempo di allenarsi senza la pressione delle partite ufficiali, ha il tempo di ritrovare la condizione. Quello di ieri è solo un primo passo. Eppure, seppur un’amichevole, vederlo correre in campo è un gran sollievo.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.