Muguruza è la regina di Wimbledon: battuta in finale Venus Williams

Una spagnola trionfa ai Championships 22 anni dopo Conchita Martinez. Garbine aveva già trionfato al Roland Garros 2016, Venus ko in finale 8 anni dopo l'ultima volta.

Garbine Muguruza, a 23 anni ha vinto il suo primo Wimbledon

274 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

Forse era destino. Il coach di Garbine Muguruza, Sam Sumyk, ha disertato Wimbledon e al box della spagnola c’è stata – per tutto il torneo - Conchita Martinez, capitano di Fed Cup. Martinez era l’unica spagnola ad aver vinto Wimbledon nella storia. Era il 1994 e sconfisse in finale Martina Navratilova, che aveva 37 anni. Oggi è successa la stessa cosa: Garbine Muguruza ha sconfitto la 37enne Venus Williams, conquistando il primo Wimbledon della sua carriera dopo aver vinto il Roland Garros lo scorso anno. Venus, tornata in finale dopo 8 anni, avrebbe voluto che ci fosse stata in campo la sorella Serena.

In realtà, fino al passaggio a vuoto tra la fine del primo e l’inizio del secondo set, la maggiore delle Williams ha tenuto il campo. A 23 anni (ne compirà 24 a ottobre) Muguruza ha già vinto sia il Roland Garros che Wimbledon e - problemi fisici e cali di concentrazione a parte - è destinata a dominare il tennis nel post-Williams. Sono passate Sharapova, Azarenka, Kerber, Halep, Pliskova (da lunedì numero uno Wta). Ma Garbine, che sa far tutto, sembra la migliore fra queste. 

Colpi da fondo, pochi scambi e tanta sostanza nel primo set. Garbine concede palla break e rimedia nel sesto game, Venus commette 3 doppi falli e rimedia nel settimo gioco. Si va avanti con palle pesantissime fino al 5-4 per Venus, quando Muguruza annulla due set point alla grande: il primo con lo scambio più lungo della partita, in cui piega la racchetta di Venere (dritto in piena rete). Il secondo con una prima fortissima che distrugge la tentata risposta di Venus. Garbine porta a casa il game con 4 punti consecutivi. La spagnola, che ha avuto problemi con il dritto per tutto il set, ne butta via un altro sul 30-40 nell’undicesimo gioco. Muguruza si procura un’altra palla break e la trasforma dopo uno scambio devastante, dove Venus butta un dritto in mezzo alla rete. La spagnola non trema e porta a casa il primo set (altro scambio infinito con un rovescio sul nastro di Venus).

Garbine inarrestabile, conquista il suo primo Wimbledon

Venere accusa il colpo duramente e perde il primo game del secondo set, commettendo un doppio fallo sul punto finale. Williams esce dalla partita e da Wimbledon, perdendo altri due game e non riuscendo a reagire all'urto di Muguruza. L'americana gioca il game della disperazione sullo 0-3, ma si trova nella terra di nessuno sul punto decisivo, venendo punita dal rovescio incrociato di Garbine. Il volto di Venere è tutto un programma e Muguruza vince il game a 0. Il 5-0 segna il ko tecnico dell'americana e Muguruza chiude (al terzo match point e grazie al falco) 7-5 6-0 in un'ora e 18 minuti. Nel secondo set, Williams accumula la miseria di 12 punti (8 negli ultimi 5 game). Da lunedì Muguruza rientrerà nella top 5 (numero 5 del mondo) e Venus nella top 10 (numero 9).

SINGOLARE FEMMINILE – FINALE

Muguruza (Spa) b. V. Williams (Usa) 7-5 6-0

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.