Juventus: prima Dani Alves e ora Bonucci, cosa è successo a Cardiff?

Le speculazioni sull'intervallo turbolento della partita con il Real Madrid sono state smentite più volte. Ma gli addii frettolosi dei due big sembrano confermare le voci.

Juventus: gli addii di Alves e Bonucci potrebbero essere legati ai fatti di Cardiff

2k condivisioni 1 commento 4 stelle

di

Share

La nottata di Cardiff in cui la Juventus ha perso la finale di Champions League contro il Real Madrid sembra aver lasciato in casa bianconera segni ben più pesanti di quelli di una semplice sconfitta. E a giudicare da quello che è successo nelle ultime settimane fra le fila dei Campioni d'Italia, le voci che si sono susseguite su quella sera appaiono sempre più plausibili.

Sin dal giorno successivo alla disfatta contro i Blancos, indiscrezioni hanno rivelato alcune situazioni problematiche createsi nello spogliatoio juventino fra primo e secondo tempo: alcuni parlavano di litigi, altri persino di una rissa. Quel che è certo è che tutte queste notizie siano state seccamente smentite da giocatori e dalla società stessa.

Ma l'addio repentino di Dani Alves e soprattutto la sorprendente cessione di Leonardo Bonucci al Milan (affare chiuso in 48 ore) suonano come implicite conferme. Qualcosa che ha rotto l'equilibrio dell'ambiente bianconero dev'essere successo. E ora i tifosi hanno paura di una smobilitazione.

Juventus: cosa è successo a Cardiff?

Bonucci a Cardiff
La sconfitta di Cardiff ha lasciato il segno in casa Juventus

La voce più insistente dopo la finale di Champions League era quella diffusa dal quotidiano La Stampa, secondo cui ci sarebbero state forti tensioni fra i giocatori della Juventus nello spogliatoio. Prima della partita Dani Alves avrebbe sgridato Dybala per l'uso eccessivo dello smartphone, mentre nell'intervallo ci sarebbe stata una vera e propria colluttazione, con Bonucci che avrebbe quasi aggredito l'argentino, reo di poco impegno e di aver preso un cartellino giallo troppo ingenuo.

L'ormai nuovo difensore del Milan avrebbe anche litigato con Barzagli e Allegri per aver difeso la Joya durante la loro "discussione". Queste versioni dei fatti sono state riportate da più di una fonte, ma a smentirle era stato proprio Bonucci che con un post su Facebook aveva negato qualsiasi contrasto coi suoi compagni di squadra.

Gli addii frettolosi di Dani Alves e del difensore della Nazionale, in particolare le loro modalità, sembrano però avvalorare l'ipotesi della tensione all'interno dell'ambiente juventino. Dopo la sua presentazione al Paris Saint-Germain, il brasiliano ha rilasciato dichiarazioni sulle motivazioni che l'hanno spinto a lasciare Torino. L'ex Barcellona non ha dato esplicitamente per vere le voci su Cardiff ma ha ammesso il brutto clima che si era creato all'interno della squadra. 

La trattativa lampo che ha portato Bonucci al Milan appare infine come la conferma definitiva. La Juventus non ha chiesto una cifra altissima (la scorsa estate aveva ricevuto proposte molto più vantaggiose) per il suo difensore centrale e l'affare si è chiuso velocemente, dimostrazione che la società bianconera non ha neanche provato a trattenerlo. Forse Bonucci spiegherà le sue motivazioni nella conferenza stampa di presentazione, ma intanto l'indiscrezione sugli screzi di Cardiff sembra prendere sempre più corpo.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.