Inter ko in amichevole col Norimberga, Spalletti: "Serve pazienza"

Un gol di Eder non basta a evitare la sconfitta ai nerazzurri. L'allenatore: "Preferirei lavorare con la rosa al completo, ma il mercato ha i suoi tempi".

Inter, Spalletti chiede rinforzi

941 condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

Il ritiro dell'Inter a Riscone di Brunico si chiude con una sconfitta in amichevole per 2-1 contro il Norimberga, squadra che milita in Zweite Liga. Ai nerazzurri non è bastato il gol di Eder per recuperare lo svantaggio di 2-0 maturato nel secondo tempo, con entrambe le reti causate da gravi disattenzioni della difesa.

I nerazzurri sono apparsi comprensibilmente in ritardo di condizione rispetto alla squadra tedesca, che ha iniziato la preparazione già da qualche settimana. A preoccupare Luciano Spalletti devono essere più che altro le ingenuità compiute in fase di possesso palla da alcuni dei suoi giocatori.

L'allenatore toscano è stato intervistato dopo la partita e non ha fatto drammi, dicendosi soddisfatto della preparazione fatta in ritiro e della tenuta fisica della squadra. Ma l'ex Roma ha anche chiarito di avere bisogno di qualche rinforzo dal calciomercato, come gli è stato assicurato dalla dirigenza.

Inter, Spalletti: "Servono 3 o 4 giocatori"

Spalletti è l'allenatore dell'Inter
Spalletti: "Servono 3 o 4 giocatori"

Il primo tempo è caratterizzato da poche emozioni: l'Inter scende in campo con Borja Valero e Kondogbia davanti alla difesa, ma lo spagnolo fatica a fare gioco. A rendersi maggiormente pericoloso è il Norimberga, che colpisce un palo dopo una bella parata di Handanovic, mentre l'unica occasione per i nerazzurri arriva sui piedi di Brozovic, che però svirgola malamente il pallone.

Nella seconda frazione Spalletti fa molti cambi dando una scossa al gioco dell'Inter, che però nel giro di 5 minuti incassa due gol: il primo da Gislason dopo una brutta palla persa da D'Ambrosio, il secondo da Ishak, che segna solo davanti a Padelli dopo essere stato tenuto in gioco da un Nagatomo troppo pigro nel salire. A nulla serve il gol di Eder al 65esimo e nell'ultima mezz'ora non ci sono praticamente più occasioni.

Spalletti ha commentato la partita, sottolineando il buon lavoro compiuto dai giocatori e l'importanza di non aver subito infortuni, anche per chi ha giocato 90 minuti con le gambe pesanti per via della preparazione. L'allenatore però ha parlato anche dei rinforzi che la società gli dovrebbe mettere a disposizione.

Abbiamo fatto dei discorsi e quando si prendono degli accordi le cose si devono mantenere, sono convinto che succederà perché quei 2-3-4 calciatori c’è da metterli nel gruppo. Non per forza campionissimi ma di completamento, perché qualcosa bisogna modificare.

All'ex allenatore della Roma è stato chiesto anche entro quando vorrebbe avere in rosa i nuovi acquisti, ma Spalletti ha detto di capire perfettamente le tempistiche del calciomercato e di non voler mettere fretta alla sua società.

Le cose vanno fatte con ordine e tempo. Di certo sarebbe meglio lavorare con la rosa al completo ma ci sono i tempi del mercato. Se un giocatore non ha mercato e lo vogliamo cedere, dobbiamo aspettare, stessa cosa se vogliamo comprarlo.

In ultimo, Spalletti ha parlato anche dell'interesse dell'Inter per Nainggolan, ormai sempre più vicino al rinnovo di contratto con la Roma.

Di queste cose se ne occupano i direttori. Nainggolan è un campionissimo, come altri che abbiamo e altri che abbiamo nel mirino. 

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.