Tour de France, a Foix vince Barguil: Fabio Aru ancora maglia gialla

I francesi fanno festa con un connazionale, battuti in volata Quintana e Contador. Il nostro Fabio lotta contro gli attacchi di Froome, Bardet e Uran. Comanda ancora lui.

Tour de France, Aru ancora in giallo: vince Barguil

121 condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

Ci hanno provato in tutti i modi a strappargli la maglia gialla. Niente da fare, il Tour de France è ancora nelle mani di Fabio Aru. Froome, Bardet, Uran. Nulla, l'italiano non si fa mai sorprendere. Chi invece sorprende tutti è Warren Barguil. Il francese in volata batte Quintana e Contador. La Marsigliese suona a gran volume nel giorno della festa nazionale. E il sardo si tiene sulle spalle la sua seconda maglia da leader.

Tour de France, avvio sprint

L’Italia sogna con Fabio Aru in maglia gialla nel giorno della festa nazionale francese. La 13esima tappa del Tour de France è insidiosa: 101 chilometri, da Saint Girons a Foix. Tre Gpm, si parte subito a pancia bassa. Al Col de Latrape, prima salita nel menu, il sardo è già solo e senza squadra. Si mette in scia degli altri. La strada invita alla fuga, così ci provano Landa e Contador. I due spagnolo scollinano al Col d’Agnes con poco più di 2’’ dagli altri big.

Aru rischia, Landa può prendersi la maglia recuperando i 2’55’’ di ritardo. Non può fare altro. Situazione pericolosa: frazione impegnativa, ma non è un tappone. Quando arriveranno le vere salite il sardo soffrirà.

Fuga per protagonisti

Contador e Landa viaggiano spediti verso il traguardo. Da casa Astana arriva la notizia: Fuglsang si ritira, fine del calvario per il danese e gregario numero uno di Aru. Sul Mur de Péguère, ultima fatica di giornata, tra i migliori si mette davanti Martin. A 1km dal Gpm arrivano sui due battistrada Barguil e Landa. E dietro? Scatta Froome, Aru lo marca: nessun problema. L'inglese ci riprova, ancora inutilmente. Pure Bardet scatta in discesa, non c'è scampo. Ventitre km all'arrivo, bisogna correre in difesa, con lucidità. Fabio lo fa.

Lotta di gambe e di testa. In pianura, ai -3,8 km, affonda il pedale di nuovo Froome. Aru è un grillo e gli salta sulla ruota. Davanti è una volata a 4: vince Barguil su Quintana e Contador. I francesi non vincevano nel giorno della festa nazionale dal 2005. Niente abbuoni per Landa, quarto. La maglia gialla e gli altri protagonisti arrivano a 1'48''. Aru è ancora il leader di questo Tour de France.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.