Calciomercato: chi è Semedo, il difensore più costoso del Barcellona

Velocità, dribbling e assist: sarà il nuovo re della fascia destra blaugrana. Al Benfica vanno 30 milioni più di 5 di bonus: solo per Dani Alves una spesa simile.

1k condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

È nato a Lisbona, ha origini capoverdiane ma le sue discese sulla fascia destra lasciano dietro di sé una scia di Brasile. Già solo per il suo soprannome, Nelsinho, con quel diminutivo che da noi fa tanto Copacabana. Ma soprattutto, per quel suo modo di interpretare il ruolo di terzino che ha incantato il Barcellona. Nelson Cabral Semedo è il nuovo proprietario dell'out destro blaugrana: per regalarlo a Ernesto Valverde, il club culé ha sborsato la bellezza di 30 milioni.

Eccola, l'altra congiuntura astrale che tinge l'ormai ex Benfica di fascino verdeoro: mai il Barça aveva speso tanto per un difensore. Mai, tranne che per Dani Alves: nel 2008 furono sempre 30 i milioni versati per il brasiliano. L'esterno classe 1993 ora lo raggiunge sul trono, staccato solamente dai bonus: sei i milioni previsti all'epoca per l'ex Juve, cinque quelli concordati per il talento lusitano.

In un certo senso, Nelsinho arriva al Camp Nou come il tanto atteso erede di Alves: dopo un anno di interregno, che ha visto il sacrificio tattico permanente del jolly Sergi Roberto, i catalani hanno finalmente trovato il titolare di ruolo. È il loro, primo vero colpo di calciomercato, dopo la recompra di Deulofeu. Ma il Barça non sognava Hector Bellerín? Sì, l'Arsenal però si è dimostrato osso troppo duro per riportare a casa il canterano. Meglio puntare sulla freccia portoghese.

Calciomercato Barcellona, chi è il neo acquisto Semedo: la sua ascesa...

Semedo atterra così in Catalogna per riscuotere il suo premio: cinque anni di contratto con il Barcellona. Se le discese in campo sono la sua specialità, la sua carriera è invece tutta in ascesa: dal vivaio della piccola União Sintrense al debutto in terza serie, fino all'investitura del Benfica. Le Aguias bussano alla sua porta nel gennaio 2012: anche in quel caso, contratto quinquennale. Giusto il tempo di un annetto in prestito al Fatima e 57 presenze con il Benfica B, che per lui si aprono le porte della prima squadra. Signore e signori, il nuovo crack nell'elitario mondo dei terzini destri è realtà.

Solo un infortunio al ginocchio condiziona in negativo la prima parte della prima stagione da titolare con i campioni in carica del Portogallo. Ma negli ultimi due titoli vinti, con Rui Vitoria in panchina, Nelson è un assoluto protagonista. E così, nel suo ancora acerbo palmares, può già vantare due campionati, una Coppa nazionale, una Coppa di Lega e una Supercoppa portoghese. Più una Champions League, l'ultima, disputata ogni singolo minuto fino agli ottavi (fino cioè all'eliminazione per mano del Borussia Dortmund). Volete che Fernando Santos non si accorgesse di lui? Il ct lo fa esordire in Nazionale l'11 ottobre 2015 contro la Serbia, per poi dargli un nuovo appuntamento dopo gli Europei vinti dai lusitani: le due presenze in Confederations Cup - contro la Nuova Zelanda e nella finalina per il 3° posto - dimostrano che scalzare Cedric Soares non sarà facile. Un obiettivo che Nelsinho ha però nelle sue corde. Anzi, nelle sue gambe.

... e le sue discese (a tutta fascia)

La grande passione del primo, autentico squillo del calciomercato del Barça è una: affrontare uno contro uno l'avversario di turno, con l'innata perfidia di provare a ridicolizzarlo. Merito della sua velocità, dote atletica che lo rende così prezioso sia come terzino puro nel 4-3-3 che - perché no - anche come esterno a tutta fascia in un modulo a tre. Ma Semedo non è assolutamente, nemmeno lontanamente, solo corsa e fiato: dribbling nello stretto, controllo di suola, triangolazioni sono tutte doti del bagaglio ricchissimo del talento 23enne. E poi gli assist: 6 nell'ultimo campionato, un feeling decisamente maggiore rispetto al gol (appena due la scorsa stagione, considerando anche le coppe). 

L'ennesimo talento di "casa" Mendes

Gioiello portoghese, campione in erba a livello internazionale: indovinate chi è l'agente che cura i suoi interessi? Se avete risposto Jorge Mendes, non vi siete sbagliati. Come riporta Mundo Deportivo, circa un mesetto fa i dirigenti del Barcellona si sono incontrati proprio con il super procuratore della GestiFute: un vertice per parlare delle soluzioni in uscita di André Gomes, ma anche per chiacchierare senza impegno di Semedo. Eccoci ora a parlare del classe '93 come realtà del calciomercato blaugrana. Con buona pace del Manchester United e di José Mourinho, che proprio dalla scuderia del suo stesso agente voleva pescare il jolly per i Red Devils. La fila per Nelsinho comprendeva anche il Chelsea, il Bayern Monaco, ma anche Juventus, Milan, Inter e Napoli. A spuntarla però è stato il Barça, che con lui sarà un pizzico più portoghese. Ma, perché no, anche un po' più brasileiro: spedire in soffitta, una volta per tutte, il ricordo di Dani Alves è la sua missione.

Qual è la stella del calciomercato?

Vota

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.