Wimbledon: colpi devastanti, Muguruza e Williams volano in finale

La spagnola è devastante, cancellata dal campo Rybarikova con un doppio 6-1. Venus torna nell'olimpo del tennis: superata Konta e finale ai Championships dopo 8 anni.

Venus Williams, è alla sua nona finale a Wimbledon

70 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

Un massacro. Garbine Muguruza strapazza Magdalena Rybarikova e va in finale di Wimbledon con estrema facilità. La spagnola è tornata ai suoi livelli. Una giocatrice che – al netto di cali mentali – è seconda solo a Serena Williams nel circuito Wta.

Non c’è mai storia in una semifinale dove il pubblico di Wimbledon prova a spingere la slovacca, presa letteralmente a pallate da Garbine, che la distrugge con i suoi rovesci da fondo. Rybarikova prova a chiamare spesso a rete la sua avversaria, ma i risultati sono pessimi, Garbine si muove perfettamente anche in avanti.

Finisce la favola di Rybarikova, ex numero 31 del mondo (87 prima di questo torneo) che aveva eliminato Pliskova. Muguruza vince 6-1 6-1 e ottiene la sua terza finale Slam in carriera, la sua seconda a Wimbledon dopo quella persa nel 2015 contro Serena (doppio 6-4).

Venus sembra avere 20 anni in meno, torna in finale di Wimbledon dopo 8 anni. Konta ko

E ora la spagnola affronterà Venus, la sorella maggiore di Serena Williams. Meravigliosa partita dell’americana, che ferma la corsa di Johanna Konta e raggiunge la sua nona finale a Wimbledon. Un torneo che ha vinto 5 volte (l’ultima volta nel 2008) e ha perso tre volte nell'atto conclusivo. A 37 anni e dopo un calo nei primi anni di questa decade, Venus è ancora una giocatrice top, almeno sull’erba. Konta, unica delle 4 semifinaliste che aveva vinto tornei in questa stagione, si è dovuta arrendere contro una Venere in forma smagliante. 66% di prime palle in campo, ottimi cambi di passo, splendidi colpi da fondo.

Nel primo set resiste sempre il servizio (Konta aveva giocato 3 ore in meno dell’avversaria e servito splendidamente in tutto il torneo), fino al decimo game, quando Venus si procura 3 palle break e sfrutta la seconda, chiudendo 6-4. Nel secondo set, Venus strappa la battuta nel quarto game e Konta esce dalla partita. La britannica ci mette l’anima nell’ultimo game del match, salvando due match point sul 2-5, ma deve arrendersi. Vince Venus 6-4 6-2 in un’ora e 15 minuti.

“Cercherò di portare in alto il nome delle Williams”, le parole di Venus (ultima finale a Wimbledon nel 2009) alla fine del match. Venus supera la sorella copn 87 vittorie complessive ai Championships, rimanendo dietro soltanto a Martina Navratilova e Chris Evert. Con Muguruza potrebbe essere una delle finali più spettacolari degli ultimi anni.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.