Tour de France, sui Pirenei vince Bardet: ma Aru è maglia gialla!

A Peyragudes succede di tutto sull'ultimo strappo: vince il francese, ma Fabio è terzo. Froome si pianta e per 6'' perde la maglia da leader. Tutto in gioco.

Tour de France, sui Pirenei vince Bardet ma Aru prende la maglia gialla

393 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

I Pirenei non perdonano mai al Tour de France. Mai. E incoronano sempre un grande corridore: questa volta vince Romain Bardet. I 300m finali sono incredibili, perché Fabio Aru attacca, è terzo sul traguardo. E Froome si pianta: il sardo è la nuova maglia gialla. Ci sono ancora 9 frazioni da correre, l'Italia però ora esulta con un fenomeno della bicicletta.

Tour de France, ecco i mitici Pirenei

Nebbia, pioggia, mantelline che svolazzano. Gli ingredienti per una delle tappe del Tour de France più attese e spettacolari ci sono tutti. Va via una fuga, rimangono in pochi. E sul Port de Bales (11,7 km al 7.7%), ecco l’allungo di Cummings. L’inglese molla tutti e va da solo. Dietro con la maglia gialla rimangono in 17. Sembra tutto tranquillo, lo squadrone Sky di Froome fa il ritmo. Fabio Aru invece è da solo, senza compagni: Fuglsang corre con due microfratture e salta subito. E da ieri non c’è nemmeno Dario Cataldo, ritiratosi dopo i postumi di una caduta.

Discesa con il brivido

Cummings scollina con circa 2’’ dal gruppo maglia gialla. A scendere dal Port de Bales qualcuno sente i brividi dietro la schiena. Nieve della Sky imposta male una curva, Froome va lungo ma non cade, Aru sulla scia della maglia gialla fa lo stesso. Solo paura, rientrano subito.

Perché le asperità non sono finite: c’è il Peyresourde da scalare. Che nei primi chilometri fa già da giudice: questo non sarà il Tour de France di Nairo Quintana, che molla subito il gruppo dei migliori.

Ascesa finale

Cummings non ne ha più. La Sky comanda in attesa di attacchi: Mikel Nieve e Mikel Landa sono due angeli custodi a pedali. Sul Peyresoude vanno su a mille, salta pure Contador. Giù in discesa, poi lo strappo del Peyragudes. All'ultimo chilometro sono tutti lì, poi la sparata di Bennet. Landa chiude subito, zero spazi. A 350m ecco Fabio Aru, Froome si pianta. In volata vince Bardet, il sardo è terzo. La questione è un'altra: Aru è la nuova maglia gialla. Una notizia incredibile in una giornata incredibile

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.