Podolski spiega il no alla Cina: "Trattative poco chiare"

L'attaccante tedesco, fresco di firma con i giapponesi del Vissel Kobe, spiega le ragioni del rifiuto alla Super League: tanti canali oscuri coinvolti.

Il nuovo attaccante dei Vissel Kobe Lukas Podolski accusa il calcio cinese

243 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

La Super League cinese? No grazie. Parola di Lukas Podolski, attaccante tedesco fresco di firma con il Vissel Kobe, formazione della J1 League giapponese. Un arrivo ufficializzato una settimana fa, ma che lo stesso Podolski aveva anticipato nello scorso marzo, quando l'attaccante era ancora sotto contratto con il Galatasaray e aveva rifiutato diverse offerte provenienti dalla Cina.

A mesi di distanza da quelle scelte, Podolski ha raccontato in un'intervista rilasciata a Sport Bild le ragioni della sua virata verso il calcio del Sol Levante: alla base del rifiuto alle proposte arrivate dalla Cina ci sarebbero i modi adottati dai dirigenti dei club che si sono affacciati alla corte di Poldi, in particolare per quel che riguarda la gestione economica.

Podolski non ha così seguito le strade dei vari Guarin, Oscar, Gervinho, Tevez, Witsel e Pato, scegliendo invece il calcio giapponese. Anche il Vissel Kobe lo pagherà a peso d'oro, ma non come sarebbe successo in Cina. A spiegarlo è lo stesso calciatore passato per Inter, Arsenal e Bayern Monaco: 

 In Cina avrei potuto guadagnare dai 15 ai 20 milioni, ma il modo di negoziare dei loro dirigenti è vicino a quello dei criminali.

Lukas Podolski alla sua presentazione con il Vissel Kobe
Lukas Podolski alla sua presentazione con il Vissel Kobe, J1 League giapponese

Podolski: "Il mio no alla Cina"

Gli strali di Podolski nei confronti della Super League sono circostanziati dallo stesso calciatore, campione del mondo con la Germania nel 2014.

Quello che finisce sul suo conto in banca, alla fine, è molto meno di quanto finisce in tutti i canali oscuri coinvolti, ci sono 8-9 intermediari per ogni operazione. Bisogna guardare con attenzione a cosa succede dietro le quinte, si tratta di tutt'altro che calcio.

Bagno di folla alla presentazione con il Vissel Kobe per Lukas Podolski
Bagno di folla alla presentazione con il Vissel Kobe per l'attaccante tedesco Lukas Podolski

Con il Vissel Kobe, dove i tifosi lo hanno accolto in 200 al suo sbarco stendendogli letteralmente un tappeto rosso al suo arrivo in aeroporto, Podolski ha stipulato un accordo biennale che gli varrà l’equivalente di quasi 10 milioni di euro a stagione. Sarà chiamato a dare una mano alla formazione del presidente Hiroshi Mikitani, che dopo 17 giornate è undicesima in campionato. L’obiettivo è la qualificazione alla Champions League asiatica. Guadagnerà meno che in Cina, ma l’attaccante ha una certezza:

La Cina mi piace, ho molti tifosi lì ma non mi piace la loro organizzazione e il loro modo di agire, troppo oscuro. Il calcio cinese non raggiungerà mai i livelli di quello europeo.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.