Duplice omicidio, un ex calciatore del Parma confessa il delitto

Madre e figlia uccise in Emilia-Romagna: l'altro figlio della donna, Solomon Nyantakyi, è stato fermato a Milano e ha confessato

Solomon Nyantakyi, ex calciatore del Parma

1k condivisioni 0 commenti 3 stelle

di

Share

Quando le forze dell'ordine del quartiere San Leonardo di Parma sono entrate nell'appartamento di una famiglia originaria del Ghana, hanno trovato di fronte a loro una scena terribile, da film horror. Sangue ovunque, tanto da rendere quasi impossibile in un primo momento esplorare la casa per evitare di contaminare la scena del crimine.

All'interno due corpi senza vita, quelli di una madre e sua figlia, rispettivamente 43 e 11 anni. Si tratta di Patience Nfum e Magdalene Nyantakyi, uccise a coltellate da un assassino ancora ignoto.

A scoprire per primo la scena è stato uno dei figli di Patience, cioè il 25enne Raymond, che appena rientrato in casa dal lavoro ha chiamato immediatamente il 113, che lo ha portato in commissariato per ascoltarlo e tentare di ricostruire l'accaduto. 

L'ex Parma Solomon Nyantakyi ha confessato il duplice omicidio

Parma, Donadoni quando era allenatore dei ducali
Donadoni in panchina con il Parma

L'altro figlio della donna, Solomon, 21 anni ed ex calciatore del Parma, aveva fatto perdere le sue tracce, e il suo cellulare non dava più segni di vita all'incirca dal momento del duplice omicidio, avvenuto presumibilmente intorno alle 14.30 di martedì, quando i vicini hanno sentito le urla provenire dalla casa della famiglia Nyantakyi, in particolare quelle della bambina, che chiamava a gran voce la madre. Il giovane è stato poi rintracciato e fermato dagli agenti di Polizia alla stazione centrale di Milano e ha confessato il delitto.

Solomon Nyantakyi era arrivato a un passo dal calcio che conta, seguendo tutta la trafila nelle giovanili del Parma, vincendo lo scudetto Allievi in una squadra che vedeva tra le sue fila José Mauri e Alberto Cerri.

Il centrocampista è stato convocato anche da Roberto Donadoni nell'ultimo anno in Serie A del Parma prima del fallimento, senza riuscire però a esordire mai. È stato anche molto vicino a un passaggio al Milan, ma alla fine decise di restare in Emilia Romagna, dove però è iniziata la sua discesa professionale (si dice anche per qualche problema comportamentale), fino ad arrivare a giocare nell'Imolese, in Serie D, passando prima per il Tuttocuoio.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.