Genoa, l'era Preziosi è agli sgoccioli: ecco la sua Top 11

La cessione della società è stata ufficializzata dallo stesso patron, che è al club dal 2003. Ecco la formazione ideale dei rossoblù di questi 14 anni.

Enrico Preziosi

321 condivisioni 1 commento 4 stelle

di

Share

Ci sono ancora molte cose da chiarire nella vicenda della cessione del Genoa. Perché si possa parlare di avvenuta cessione occorrono alcuni elementi imprescindibili che, nel caso in questione, sono l'oggetto - le quote di maggioranza del Genoa Cricket and Football Club -, un cedente - Enrico Preziosi -, un acquirente e le firme delle parti in causa.

Sull'acquirente, lo stesso patron nell'annuncio di ieri sera non si è sbilanciato:

Sono impegnato a far sì che arrivino persone serie che abbiano a cuore il destino del Genoa. Voglio essere sicuro che ci sia una firma, ma ci sono trattative avanzate per cui sono abbastanza ottimista.

Meglio andare con i piedi di piombo, dunque, visti i recenti casi di trattative date per concluse e poi naufragate con perdite. Le firme non ci sono ancora e gli acquirenti non sono noti, anche se pare da escludere un clamoroso ritorno in Serie A di Cellino, così come sembrano tramontate le ipotesi di azionariato popolare, mentre qualche indiscrezione parla di un nuovo interessamento di herr Mateschitz, il patron della Red Bull, già proprietario di Leipzig e Salzburg.

Enrico Preziosi
Preziosi non ha dubbi: la cessione del Genoa è cosa fatta

Genoa, l'era Preziosi è alla fine

Ma il presidente non mostra dubbi, la cessione del Genoa per lui è cosa fatta, tanto da aver affermato che per le firme è questione di giorni. In sella dal 2003, anche se dovesse vendere le sue quote Enrico Preziosi è il presidente più longevo della più antica società calcistica d'Italia: solo Renzo Fossati ricoprì la prestigiosa carica per lo stesso numero di anni, ma in due mandati.

Da 11 anni in Serie A

Spesso contestato dai tifosi, gli va dato comunque atto di aver mantenuto il club sempre a livelli dignitosi di classifica. Dopo i primi difficili anni, il Grifone è approdato in Serie A nel 2007 e non l'ha più lasciata, arrivando anche una volta quinto e un'altra sesto: due le partecipazioni all'Europa League guadagnate sul campo, ma la seconda, nel 2015, saltò a causa del mancato ottenimento della licenza Uefa. 

Genoa in Europa League
Una formazione del Genoa in Europa League

Il vivaio e la Top 11

Una cosa che i tifosi gli hanno sempre rimproverato, insieme a una presunta disinvoltura nella gestione finanziaria e in certe meccaniche di spogliatoio. Ciò nonostante all'attuale presidente va dato atto sia di aver saputo curare il vivaio - sotto la sua gestione la Primavera ha vinto 1 campionato, 1 Coppa Italia, 2 Supercoppe e 1 Viareggio - sia di aver saputo spesso scovare e portare al Genoa ottimi giocatori.

Mattia Perin
Mattia Perin, una sicurezza fra i pali, dalla Primavera alla Serie A

In un'ipotetica Top 11 dell'era Preziosi, in porta non può che esserci Mattia Perin, passato senza traumi dai trionfi con la Primavera alla ribalta della Serie A, uno che quando non è martoriato dagli infortuni sa essere un valore aggiunto. Nell'immaginario 3-4-3 rossoblù, davanti a Perin ci sarebbero Papastathopoulos, Burdisso e Criscito, in un trio difensivo di levatura internazionale. Per il ruolo di mediano difensivo c'è un solo nome, Thiago Motta - uno dei capolavori di calciomercato del patron che lo prende da svincolato nel 2008 e lo cede un anno dopo a peso d'oro all'Inter - con Veloso alla fase di impostazione, Rafinha a destra e Laxalt a sinistra

Thiago Motta Genoa
Thiago Motta in rossoblù contro Del Piero

L'attacco è tutto garra, classe e tecnica sopraffina con un trio argentino da far strabuzzare gli occhi e impazzire il pallottoliere: Diego Milito al centro - altro affarone "nerazzurro" del vulcanico Preziosi - con Diego Perotti e Rodrigo Palacio sugli esterni. Il tutto senza dimenticare che nell'era Preziosi in rossoblù sono transitati tantissimi altri ottimi giocatori da Marco Rossi a Crespo, da Borriello a Bertolacci, fino a Vrsaljko e Simeone fra gli altri.

Diego Milito
Diego Milito con la maglia del Genoa

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.