Djokovic ai quarti, ora Berdych. Wimbledon in festa per Konta

Nole non sbaglia contro Mannarino e vince in 3 set. Spettacolo Konta, vince in rimonta spinta dal centrale e ferma Halep. Muguruza e Williams ok, super Rybarikova.

Novak Djokovic, a caccia della quarta vittoria a Wimbledon

104 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

Solido, cattivo e deciso nei punti fondamentali del match. Nole Djokovic fa fuori Adrian Mannarino in due ore e 17 minuti di match e accede ai quarti di finale di Wimbledon. Il serbo vince 6-2 7-6 6-4 in una partita non troppo spettacolare, nella quale i giocatori hanno provato a innescare i loro colpi migliori. Mannarino, apparso un po’ stanco ma sempre pericoloso sull’erba, è andato vicino alla vittoria del secondo parziale.

Dopo aver perso in maniera troppo netta nel punteggio (e non nel gioco) il primo parziale, Mannarino ha rimontato da 4-1 nel secondo, portando il match al tie-break. Sopra 4-2 (con la maggior parte dei punti fatti contro il servizio), Adrian si è fatto rimontare da Nole, che ha chiuso il tie-break 7-5. Lì è finito il match, con il terzo set gestito da Djokovic e chiuso 6-4.

Il serbo affronterà Tomas Berdych nei quarti di finale di Wimbledon. I precedenti sono schiaccianti a favore di Nole: 25 vittorie a 2 per Djokovic, ma occhio al ceco, che a Wimbledon lo ha battuto nel 2010 in semifinale.

Muguruza ok, sorpresa Rybarikova. Venus solita vecchia volpe, Konta fa impazzire Wimbledon

Gran partita di Garbine Muguruza, che acciuffa la semifinale dopo un match condotto dall’inizio alla fine contro Kuznetsova. La spagnola vince 6-3 6-4 e affronterà la slovacca Rybarikova (numero 87 del ranking Wta) in un match che la vede nettamente favorita. Rybarikova, che ha eliminato Niculescu, Pliskova, Tsurenko e Martic prima di oggi, è la grande sorpresa del torneo. Passa anche Venus Williams, in un match fra passato e futuro del tennis. Venere incanta il centrale e liquida la pratica Ostapenko, in una partita dove c’erano 17 anni di differenza in campo (37 Venus, 20 Jelena). L’americana troverà Johanna Konta, che ha fatto impazzire il centrale di Wimbledon, tutto schierato con la britannica. Ne fa le spese Simona Halep, che fallisce l'aggancio alla prima piazza del ranking Wta (la nuova regina sarà Pliskova). Nel primo set la britannica parte male, stentando tantissimo. Poi comincia a colpire con potenza da fondo e manda il match al tie-break, dove commette errori di concentrazione. Poco male per Johanna, che si riscatta nel set successivo, vincendo al tie-break e chiudendo 6-4 il terzo e definitivo set.

SINGOLARE MASCHILE – QUARTI DI FINALE

A. Murray (Gbr) c. Sam Querrey (Usa)

G. Muller (Lux) c. M. Cilic (Cro)

M. Raonic (Can) c. R. Federer (Svi)

T. Berdych (Cec) c. N. Djokovic (Ser)

 

SINGOLARE FEMMINILE – SEMIFINALI

G. Muguruza (Spa) c. M. Rybarikova (Slo)

V. Williams (Usa) c. J. Konta (Gbr)

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.