Champions League su Facebook part 2: ora Zuckerberg vuole il Tottenham

Una società gestita dal boss di Facebook avrebbe offerto 1 miliardo di sterline per acquistare gli Spurs. Un altro segnale di interesse per calcio e Champions League.

Zuckerberg

549 condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

La notizia arriva dall'Inghilterra ed è di quelle clamorose. Ma andiamo con ordine. È di fine giugno l'annuncio dell'ingresso di Facebook nell'universo pallonaro: il social network di Mark Zuckerberg ha raggiunto un accordo con Fox Sports per trasmettere alcuni match di Champions League.

L'accordo copre per ora soltanto gli Stati Uniti, ma non è difficile immaginare che mr Facebook - che un anno fa aveva sfidato Neymar in un match virtuale su Messenger - non intenda fermarsi oltre oceano. Incredibili le condizioni dell'accordo: il più popolare dei social network mondiali, infatti, trasmetterà in streaming alcune delle gare del massimo trofeo continentale senza chiedere nulla in cambio agli utenti.

Pare infatti che Menlo Park abbia già valutato che i ricavi pubblicitari che potrebbero derivare dall'operazione siano più che sufficienti per coprire le trasmissioni. David Nathanson, responsabile delle attività di business di Fox Sports, infatti, ha dichiarato:

Facebook ha una delle maggiori audience di tifosi di calcio nel mondo e questo permetterà di far vedere la Champions League anche ai tifosi che non sono sintonizzati sulla partita in TV.

Champions League su Facebook part 2: ora Zuckerberg vuole il Tottenham

Se già questo bastava per mettere a rumore il mondo dei network televisivi e quello del calcio, l'indiscrezione che arriva nelle ultime ore dall'Inghilterra appare, se possibile, ancora più clamorosa. Secondo quanto riportano Sunday Times e Daily Express, infatti, Zuckerberg ha già pronta la prossima mossa.

Mark Zuckerberg
Zuckerberg vuole acquistare il Tottenham

Attraverso una società controllata, la Iconiq Capital, mister Facebook starebbe cercando di sbarcare direttamente in Champions League, tramite un'offerta di 1 miliardo di sterline fatta recapitare a Joe Lewis, proprietario del Tottenham. Gli Spurs, secondi nell'ultima Premier League dietro al Chelsea, parteciperanno ovviamente alla prossima Champions League ma hanno anche molti altri motivi di appeal: il Tottenham è una società solida con sede nella Capitale inglese, nuovo stadio all'avanguardia in costruzione, ottima squadra migliorabile con pochi ritocchi, oltre a tifosi in tutto il mondo.

La smentita

Appresa la notizia, il Tottenham ha deciso di pubblicare un comunicato per fare chiarezza sulla situazione: 

Il consiglio di amministrazione non ha alcuna trattativa in corso. Non c’è stata alcuna offerta da un miliardo di sterline. 

Nessuna offerta da Zuckerberg, quindi. Questo uno dei passaggi chiave del comunicato in cui si specifica anche che dopo aver pagato i debiti accumulati negli ultimi anni, la società ha in mente grandi progetti per vincere e raggiungere i top club europei.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.