Ancelotti: "Voglio la quarta Champions League". E su Donnarumma...

Intervistato dal Corriere dello Sport, l'allenatore del Bayern parla del suo futuro e del mercato del Milan: "Gigio ha fatto bene a decidere di restare ai rossoneri".

Ancelotti parla di Donnarumma e del suo Bayern in un'intervista

1k condivisioni 1 commento 0 stelle

di

Share

È un Ancelotti a ruota libera quello che concede un'intervista al Corriere dello Sport. L'allenatore del Bayern Monaco ha parlato non solo del suo futuro e della sua squadra, ma anche del prossimo campionato di Serie A che secondo lui vedrà ancora la Juventus nella veste di favorita, non escludendo infine la possibilità di tornare in Italia.

Il tecnico emiliano ha dato il suo parere sulla stagione appena conclusa, in cui il suo Bayern ha vinto la Supercoppa di Germania che e la quinta Bundesliga consecutiva. Ma le critiche nei confronti di Carletto sono arrivate specialmente per l'eliminazione in Champions League, che dopo anni di dominio in Germania, sembra essere l'obiettivo primario in casa dei bavaresi.

Ancelotti non ha disdegnato anche alcuni commenti sul suo Milan, partendo dalla campagna acquisti fino ad arrivare al caso creatosi attorno al rinnovo di Gianluigi Donnarumma coi rossoneri. Questione che, secondo l'allenatore, si sarebbe chiusa con la decisione più giusta, cioè quella da parte del portiere di rimanere a Milano.

Ancelotti: "Voglio vincere la mia quarta Champions League"

Ancelotti è l'allenatore del Bayern Monaco
Ancelotti mentre festeggia la vittoria della Bundesliga

Carlo Ancelotti è attualmente l'unico allenatore, insieme al britannico Bob Paisley che ci riuscì col suo Liverpool a cavallo fra gli anno '70 e '80, ad aver vinto tre Champions League. Il tecnico del Bayern non ha mai nascosto di voler aggiungere al suo palmarès almeno un'altra coppa dalle grandi orecchie per diventare il recordman assoluto. Per questo ha scelto di allenare in Germania, dove è certo di avere grandi possibilità di riuscirci.

Siamo stati criticati per l’eliminazione dalla Champions, ma in quella partita ha fatto tutto Kassai. L'anno prossimo ci sarà un livello più alto col ritorno del Chelsea e del Manchester United.

In un'intervista con protagonista Ancelotti, è inevitabile toccare l'argomento Milan. Al tecnico è stato chiesto un parere sulla campagna acquisti portata avanti dai dirigenti rossoneri e in particolare su Hakan Calhanoglu, che lui conosce bene dopo averlo visto in Bundesliga.

Il Milan doveva cambiare molto e la sua campagna acquisti fino ad ora è intelligente. Non doveva comprare un giocatore da 100 milioni ma investire su più giocatori. Çalhanoglu ci impiegherà pochissimo ad ambientarsi alla serie A. In Germania è andato molto bene.

Un commento poi, anche sul caso della trattativa burrascosa per il rinnovo di Donnarumma.

La scelta è quella giusta: restare al Milan. È la squadra che lo ha cresciuto, è l’ambiente ideale per lui. Gli auguro di arrivare a grandi traguardi con la maglia rossonera, anche perché toccherà a lui prendere l’eredità di Buffon.

Nonostante il buon calciomercato e la permanenza di Donnarumma però, secondo Ancelotti, il Milan non è ancora una rivale credibile per la Juventus che nella prossima Serie A parte ancora davanti a tutti.

La Juventus è ancora la favorita numero uno, anche se le milanesi si stanno avvicinando.

Infine, ad Ancelotti è stato chiesto se esista la possibilità di rivederlo sulla panchina di una squadra italiana. Magari un ritorno al Milan oppure l'approdo alla Roma, tanto sognato dai tifosi giallorossi. L'allenatore di Reggiolo non ha chiuso le porte a nessuna eventualità.

Mi piacerebbe vincere la quarta Champions League. Dopodiché staremo a vedere, per ora voglio far bene col Bayern ma mi piacerebbe tantissimo tornare.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.