Torre Annunziata, crolla una palazzina: 8 i dispersi, tra cui 2 bambini

Le ricerche dei superstiti sono in corso, si teme il peggio: tra le possibili cause le condizioni fatiscenti dell'edificio e la ferrovia sotto di esso.

243 condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

I due piani più alti di una Palazzina a Torre Annunziata sono crollati questa mattina, intorno alle 6.30. Si è sentito un rumore fortissimo - raccontano i testimoni - ma non associabile a un'esplosione. Poi il terzo e il quarto piano si sono letteralmente accartocciati su loro stessi, come mostrano le terrificanti immagini.

La notizia drammatica è che tre nuclei familiari mancano all'appello: alcune persone erano fuori casa, tra cui un signore che era andato a pescare e una signora che invece aveva deciso di farsi una passeggiata sulla spiaggia di Torre Annunziata la mattina presto.

Sono circa 8 i dispersi (tra cui due bambini), anche se non si tratta ancora di un numero ufficiale. Al momento sono all'opera i Vigili del Fuoco, Carabinieri e Polizia di Stato, oltre agli operai che si stavano occupando dei lavori di ristrutturazione dell'edificio, per cercare di trovare qualche superstite. Sono inoltre in arrivo da Roma 9 specialisti in recupero di persone sotto le macerie ed è già al lavoro un cane dell'unità cinofila destinato alla ricerca.

Torre Annunziata, crolla palazzina
Crolla palazzina a Torre Annunziata

Crollo a Torre Annunziata, le possibili cause

Si è trattato di un crollo strutturale di un'ala di un palazzo già di per sé fatiscente, affacciato su uno strapiombo di venti metri sulla linea ferroviaria circumvesuviana di Torre Annunziata che collega Napoli e Salerno.

Anche un treno infatti è stato coinvolto dalla caduta delle macerie, ma fortunatamente non ci sono state persone rimaste ferite a bordo.

Le cause del crollo sono ancora da chiarire, probabilmente si è trattato di una serie di eventi legati tra di loro: i lavori di ristrutturazione dal primo al terzo piano, il passaggio dei treni a qualsiasi ora del giorno anche se non ad altissima velocità e le condizioni non certo ottimali della struttura. La magistratura è alla ricerca di risposte. Ma la priorità ora è cercare eventuali superstiti.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.