Scuffet e il rifiuto all'Atletico Madrid: "Ho fatto la scelta giusta"

Il portiere parla del 'no' ai Colchoneros. La maturità e la voglia di rimanere, oggi non è pentito: "Voglio crescere qui. Donnarumma? L'esame lo farà tra un anno".

Scuffet e quel no all'Atletico Madrid

1k condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

Un remake tra i pali, una storia già vista. Oggi il caso Gianluigi Donnarumma, ieri quello di Simone Scuffet. Storie di portieri giovani, pronti per una big, tanti milioni di mezzo e una maturità da fare. L’estremo difensore dell’Udinese si racconta. Lo fa ricordando il suo salto mancato all’Atletico Madrid, un treno passato a grande velocità non preso. 

Tempo di rimpianti? No. Eppure dopo quel rifiuto ai Colchoneros c’è stata una vertiginosa caduta. Udinese, il Como in Serie B, il ritorno in Friuli. Scomparso dai radar, è risalito, ora a 21 anni rimane uno dei migliori prospetti che il nostro calcio può vantare.
Scuffet ne ha anche per Donnarumma. Consigli, pareri, per una situazione che tanto somiglia a quella sua vissuta nel 2014. Con un punto a favore: si chiama futuro.
Scuffet portiere Under 21
Scuffet impegnato nell'Europeo Under 2 con l'Italia

Scuffet, il rifiuto a Simeone 

Quello di oggi sembra un nuovo Simone Scuffet. Basta guardare al passato: è un classe ’96, può diventare ancora grande. Alle pagine de La Stampa, il portiere dell’Udinese ha parlato per l’ultima volta di quello che è stato:
Sono state scritte tante cose: la verità è che tre anni fa feci la scelta migliore, che era quella di restare nella società che mi aveva fatto crescere e che può darmi ancora tanto, in un ambiente che conosco. Da friulano, restare all’Udinese è il massimo.
Una maturità da affrontare, un motivo in più per non andare a Madrid. Simone continua:
Forse la sua frase di mia madre fu interpretata male. Chiaro che i genitori vorrebbero sempre che un figlio finisse la scuola. Però se giochi a calcio per mestiere, quella deve essere la cosa principale: poi se uno può coniugare le due cose, meglio.
Immagine di Scuffet e Donnarumma
Scuffet sorridente con Donnarumma nella foto ufficiale dell'Under 21
E su Donnarumma il suo parere è chiaro: 
Per lui è stato un finale di stagione molto difficile, con tante tensioni: e ci può stare di spendere i pochi giorni che ha con un po’ di vacanza. L’esame lo potrà fare il prossimo anno. Forse, in questo momento, era importante staccare un attimo: lo devi fare, sennò ripartire, mentalmente, non è facile. Cosa gli invidio? Lo stipendio (ride, ndr).

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.