Palermo, la Finanza perquisisce la sede e gli uffici di Zamparini

I controlli, fatti anche nell'abitazione del presidente dei rosanero, riguardano un'inchiesta nella quale si ipotizzano reati di falso in bilancio e riciclaggio.

Palermo, perquisizione in sede e negli uffici di Zamparini

236 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

Sono giorni decisamente difficili per il Palermo. Dopo l'annuncio del presidente Zamparini della mancata chiusura della trattativa per la vendita del club all'imprenditore italo-americano Paul Baccaglini, nella mattinata di oggi la sede della società è stata oggetto di una serie di perquisizioni compiute dalla Guardia di Finanza.

I controlli delle autorità non si sono limitati allo stadio Renzo Barbera, ma hanno riguardato anche gli uffici del gruppo commerciale di Zamparini e persino la sua abitazione. I finanzieri stanno raccogliendo atti e documenti nell'ambito di un'inchiesta in cui i reati ipotizzati sarebbero, fra gli altri, quelli di falso in bilancio e riciclaggio di denaro.

La situazione del Palermo desta ora ancora più preoccupazione fra i tifosi rosanero, ancora scossi dall'esito negativo dell'affare fra Zamparini e Baccaglini per l'acquisizione della società. Ora temono seriamente per il futuro della loro squadra.

Palermo, perquisizioni in sede della Guardia di Finanza

Zamparini, il presidente del Palermo
Il presidente del Palermo, Maurizio Zamparini

Le perquisizioni nella sede del Palermo sono iniziate questa mattina e le accuse mosse al presidente Zamparini sono molto gravi: falso in bilancio, riciclaggio, autoriciclaggio e appropriazione indebita di denaro. Tutte accuse che il dirigente ha rispedito al mittente, commentando i controlli al sito ForzaPalermo.it.

Falso in bilancio? Ma per l'amor di Dio, non c'è assolutamente nulla, sono anni che sono a Palermo ed è tutto sotto controllo. Ho la Guardia di Finanza in tutte le mie case e nella sede del Palermo perché non ho ceduto la Società a Baccaglini.

Secondo il presidente infatti, un Pubblico Ministero aveva avvertito Zamparini che queste sarebbero state le conseguenze di una sua mancata cessione della società a Paul Baccaglini. Ma le perquisizioni riguardano anche la condizione economica del club, che ha un debito di almeno 40 milioni di euro, confermato proprio dalle parole del suo presidente di pochi giorni fa.

Il presidente ha voluto confermare che la situazione patrimoniale del Palermo sia solida, ma questa inchiesta non fa altro che mettere in dubbio questa ipotesi. E preoccupare i tifosi rosanero, che di certo non stanno passando un periodo sereno.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.