Calciomercato Milan, rinnovo Donnarumma: cambia l'offerta rossonera

La dirigenza ha proposto un contratto di 4 anni con una clausola rescissoria di circa 80 milioni di euro. E per l'attacco non tramonta l'idea Aubameyang.

603 condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

Emergono nuovi dettagli sulla trattativa tra Raiola e la dirigenza del Milan per il rinnovo di Donnarumma. Nella serata di ieri c'è stato l'ennesimo incontro fra le due parti a cui hanno partecipato anche i genitori del portiere. I rossoneri hanno portato al procuratore un'offerta che presenta alcune differenze con quella di pochi giorni fa.

Dopo che l'estremo difensore nato a Castellamare di Stabia aveva espresso all'agente la sua volontà di rimanere a Milano, le indiscrezioni rivelavano come Raiola e la società avessero trovato una base d'accordo per un prolungamento di 5 anni per uno stipendio annuo di 6 milioni di euro.

Ma la proposta presentata ieri dal Milan all'entourage del giocatore presenta alcune differenze sostanziali, sia sulla durata del contratto che  sull'eventuale clausola rescissoria. Dopo aver chiuso il caso Donnarumma, Fassone e Mirabelli si concentreranno di nuovo sul calciomercato in entrata, in particolare sul centravanti, con un sogno: Pierre-Emerick Aubameyang.

Calciomercato, nuovi dettagli sul rinnovo di Donnarumma

Donnarumma con la maglia del Milan
Donnarumma rinnoverà col Milan

Il tira e molla fra Raiola e la dirigenza del Milan va avanti ormai da un mese. Dopo l'ok da parte del portiere al rinnovo contrattuale, tra la società e il procuratore c'erano stati alcuni dissidi sul tema delle commissioni da aggiungere al nuovo contratto di Donnarumma. L'incontro di ieri sembra aver limato questi disaccordi ma l'offerta fatta dai rossoneri ha alcune importanti differenze rispetto a quella presentata ad inizio settimana.

Secondo Sky Sport il prolungamento proposto è di 4 anni invece che 5, con l'ingaggio sempre fissato a 6 milioni a stagione. Inoltre nel contratto ci sarà un'unica clausola rescissoria che dovrebbe aggirarsi attorno agli 80 milioni di euro e non più due clausole differenti legate all'ingresso dei rossoneri in Champions League, da 100 o 50 milioni di euro. Fassone e Mirabelli sono ottimisti sulla riuscita dell'affare, l'ufficialità dovrebbe arrivare all'inizio della prossima settimana.

Il Milan non abbandona la pista Aubameyang

Pierre-Emerick Aubameyang con la maglia del Borussia Dortmund
Il Milan non ha perso le speranze per Aubameyang

Dopo la chiusura della telenovela di calciomercato su Donnarumma, la dirigenza del Milan tornerà a concentrarsi sulla campagna acquisti e l'obiettivo è quello di regalare a Vincenzo Montella un altro centravanti. Al momento l'affare più vicino alla risoluzione è quello per Nikola Kalinic, che ha già espresso la sua volontà di giocare nel Milan e che ha anche l'approvazione del tecnico. Ma prima di chiudere per il croato, Fassone e Mirabelli stanno provando a capire se ci sia ancora uno spiraglio per quello che è un vero e proprio sogno di calciomercato: riportare a Milano Aubameyang.

Il giocatore è ormai in uscita dal Borussia Dortmund ma dopo la rinuncia per lui del Paris Saint-Germain deve ancora decidere dove giocherà nella prossima stagione. Sul gabonese c'è il pressing della società cinese del Tianjin Quanjian, che per lui ha fatto un'offerta mostruosa di 80 milioni di euro, proponendo al ragazzo un ingaggio di 30 milioni a stagione.

L'attaccante però tentenna perché preferirebbe rimanere in Europa e il mercato in Cina chiuderà fra una settimana. Se il trasferimento non sarà definito entro quel giorno, il Milan vorrebbe provare l'assalto sul capocannoniere della Bundesliga. L'ostacolo maggiore non pare essere il costo del cartellino, ma le altissime richieste di ingaggio fatte dal padre di Aubameyang. Se la dirigenza rossonera riuscisse ad abbassare queste pretese, lo spiraglio per un suo ritorno in Italia potrebbe diventare una possibilità concreta.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.