Montella, come farai giocare il tuo Milan dopo il calciomercato?

Dopo la rivoluzione della campagna acquisti, l'allenatore rossonero potrebbe anche cambiare dal punto di vista tattico: l'aeroplanino dirà addio al 4-3-3?

Montella dovrà decidere come schierare il Milan

935 condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

La squadra italiana fino ad ora più rivoluzionata sul calciomercato è certamente il Milan. Dopo l'annata tutto sommato positiva conclusa con la qualificazione ai preliminari di Europa League, la dirigenza ha ritenuto opportuno intervenire in maniera massiccia nella campagna acquisti per rafforzare la rosa e mettere a disposizione di Vincenzo Montella molti potenziali titolari.

L'arrivo di 7 nuovi giocatori, con la prospettiva dell'acquisto anche di Kalinic e di un centrocampista, pongono però degli interrogativi sulle scelte dell'ex allenatore della Fiorentina. Montella ha dimostrato nella sua carriera di non essere fissato con un solo tipo modulo e sembra probabile che nella prossima stagione si possa cambiare di nuovo.

Una difesa rivoluzionata con Conti che è però abituato a giocare come esterno a 5, il ruolo di Calhanoglu, la mancanza di esterni e l'idea del doppio centravanti: molti sono i dubbi a livello tattico che il tecnico dovrà sciogliere per la prossima stagione e non è da escludere l'ipotesi dell'uso di più di uno schieramento data la duttilità dei suoi uomini.

Montella abbandonerà le ali?

Calhanoglu con la maglia della Turchia
Calhanoglu potrebbe giocare come trequartista

I due reparti più rivoluzionati della squadra rossonera sono sicuramente la difesa e l'attacco. Se nei quattro del reparto arretrato l'unico confermato fra i titolari sarà Alessio Romagnoli, le punte potrebbero essere totalmente nuove. Nella scorsa annata, dopo qualche dubbio iniziale, Montella ha utilizzato quasi esclusivamente il 4-3-3. Gli addii di Deulofeu, Ocampos e Honda però lasciano in rosa solamente Suso e Bonaventura come ali pure.

Le intenzioni di Fassone e Mirabelli sarebbero quelle di acquistare un altro centravanti oltre ad André Silva, l'indiziato sembra essere Kalinic. La spesa complessiva per entrambi dovrebbe superare i 60 milioni e Montella sta accarezzando l'idea di utilizzarli entrambi da titolari. Come? Sfruttando un altro rinforzo costato parecchio, il turco Calhanoglu. L'ex del Bayer Leverkusen è molto duttile e sa giocare anche come regista, ma il suo ruolo naturale è quello di trequartista dietro le punte. Senza dimenticare la presenza in rosa di Sosa e dello stesso Bonaventura, che potrebbero occupare quel posto.

Quasi ironicamente, se la scelta dell'allenatore fosse quella di schierarlo titolare insieme ai due attaccanti, il Milan scenderebbe in campo con il 4-3-1-2,  il modulo preferito dall'ex presidente rossonero Silvio Berlusconi che lo ha chiesto a gran voce per anni, proprio nella prima stagione dopo il suo addio. 

Milan, il dubbio sul modulo

Conti con la maglia della Nazionale
Conti sarà a breve un giocatore del Milan

Qualsiasi sia la variante tattica scelta da Montella, l'unico punto fermo dell'allenatore sembra essere il centrocampo a 3. La presenza di Kessié e il probabile arrivo di un regista (Biglia?) non fanno altro che confermarlo. Per questo, l'altro dilemma del tecnico sarà quello dello schieramento difensivo a seconda delle caratteristiche dei terzini: Rodriguez è perfetto per la difesa a 4 mentre Conti ha dato il meglio di sé in quella a 5.

Montella ha dimostrato anche a Milano di non disdegnare l'ipotesi dell'utilizzo di tre centrali difensivi, ma l'intenzione della dirigenza sembra quella di lasciar partire sia Paletta che Gustavo Gomez. È quindi difficile che si utilizzi questo schieramento se non in situazioni di emergenza. Inoltre Conti ha dimostrato di trovarsi bene anche come terzino classico, in particolare nelle partite con la Nazionale maggiore e quella Under-21 dopo la fine del campionato.

Valutazioni che possono sembrare premature, specialmente perché siamo soltanto all'inizio di luglio. Ma l'andata del preliminare di Europa League si giocherà il 27 luglio e Montella dovrà cercare subito di trovare una soluzione tattica, senza la possibilità di fare esperimenti. 

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.