Donnarumma a Ibiza, niente maturità. La Commissione: "Non ha rispetto"

Il presidente della commissione dell'esame di maturità se la prende con il portiere del Milan: "La sua è una grave mancanza di rispetto verso tutti".

Gianluigi Donnarumma con la Nazionale Under 21 agli Europei

2k condivisioni 2 commenti 5 stelle

di

Share

Questa sarà ricordata come l'estate di Gianluigi Donnarumma, un 18enne che è riuscito a catalizzare su di sé l'attenzione di tutta l'Italia calcistica e non solo. Oltre alla telenovela ancora in corso per il rinnovo di contratto con il Milan a cifre da capogiro, il portiere rossonero è infatti protagonista anche di un'insolita querelle con l'istituto di ragioneria dove avrebbe dovuto provare a conseguire il diploma in questi giorni.

Non lo ha fatto, è cosa nota. Donnarumma ha preferito saltare a piè pari le varie prove scritte e orali, per andarsi a rilassare a Ibiza, in vacanza, subito dopo l'Europeo Under 21 disputato in Polonia con gli Azzurri.

Una rinuncia comunicata direttamente al Ministero dell'Istruzione e all'Istituto paritario Leonardo da Vinci di Vigevano, a Pavia, nel giorno della prima prova, senza dunque nemmeno un minimo di preavviso. La decisione ha generato chiaramente molto polemiche, perché per gli atleti di alto livello è stato riservato un programma sperimentale, come spiegato dal sottosegretario al ministero dell'Istruzione, Gabriele Toccafondi:

Siamo venuti incontro con novità importanti ai tanti ragazzi che fanno sacrifici per seguire una passione sportiva e un impegno agonistico, ma tutto questo non basta se non cambia una certa mentalità che spinge i ragazzi a rincorrere non un impegno scolastico ma la fama, il successo e i contratti saltando la scuola e il diploma.

Esami di maturità saltati, è polemica su Donnarumma
Donnarumma a Ibiza, polemica per gli esami di maturità saltati

Niente maturità, la commissione contro Donnarumma

Il giorno successivo al forfait in extremis di Donnarumma, anche il presidente della Commissione d'esame che avrebbe dovuto giudicarlo, Elda Frojo, ci è andato giù molto duro con il portiere del Milan, rilasciando una dichiarazione all'Ansa:

Un comportamento che rappresenta una grave mancanza di rispetto per la scuola, per la Commissione e per gli studenti delle classi coinvolte. Il signor Donnarumma ha chiesto di sostenere le prove suppletive. Il Miur, giustamente, cerca di incoraggiare coloro che si dedicano allo sport ma vogliono comunque proseguire negli studi. Nel caso del signor Donnarumma si è ritenuto che la partecipazione ai Campionati Europei Under 21 giustificasse la richiesta. Chiaramente questo ha comportato un rallentamento dei lavori: i colloqui d'esame sono stati interrotti per consentire all'ormai ex candidato di sostenere le prove scritte.

E il pensiero del presidente della Commissione, nonché preside all'istituto professionale Pollini di Mortara, non è ancora finito:

Faccio presente che oltre al signor Donnarumma ci sono 57 candidati che stanno affrontando l'esame, alcuni dei quali hanno problemi familiari gravi. Eppure sono venuti ad affrontare le loro prove. Forse supereranno gli esami, forse no, in ogni caso non si sono sottratti. Nessuno ha obbligato il signor Donnarumma a chiedere di svolgere le prove nella sessione suppletiva. Evidentemente lui riteneva di potere fare fronte a tutti i suoi impegni. Si sarà ricordato, poco prima di volare a Ibiza, che il giorno dopo aveva la prima prova scritta? 

Per il prossimo anno Donnarumma farà bene a informarsi prima su chi sia il presidente della Commissione. Se dovesse essere confermata la professoressa Frojo, dovrà certamente preoccuparsi. Dopo quello che è accaduto questa estate, per lui potrebbe diventare un po' come il temutissimo professor Martinelli (interpretato dal compianto Giorgio Faletti) nel film "Notte prima degli esami".

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.