WWE SmackDown, John Cena torna da "Free Agent". E c'è la Battle Royal

The Cenation Leader torna sul ring e la sua intenzione è quella di prendersi prima possibile un titolo, sia nel roster blu che in quello rosso.

John Cena, al rientro su WWE SmackDown. Sarà un "Free Agent"

220 condivisioni 0 commenti 4 stelle

di

Share

Dalla Talking Stick Resort Arena di Phoenix, in Arizona, va in scena una nuova puntata di WWE SmackDown. Sarà un episodio molto ricco di contenuti, sia perché andato in scena nel giorno della festa dell'Indipendenza degli Stati Uniti, sia perché è stato annunciato il ritorno di John Cena, nella veste di "Free Agent".

Il wrestler bostoniano spiegherà cosa si intenda con questa definizione, ma non sarà certo l'unico motivo d'interesse di questo show.

Nel main event andrà in scena infatti la Battle Royal ufficializzata la scorsa settimana dal General Manager Daniel Bryan, il cui vincitore avrà l'opportunità di sfidare il campione degli Stati Uniti, Kevin Owens, nel prossimo Pay-Per-View dedicato a WWE SmackDown, cioè Battleground in programma il 23 luglio a Philadelphia.

John Cena torna a WWE SmackDown

La puntata si apre proprio con John Cena, che non perde tempo e si presenta subito sul ring. Dice di essere emozionato, perché torna in una ricorrenza speciale come quella del compleanno degli Stati Uniti d'America. E anche perché può rispondere a chi nell'ultimo periodo ha parlato di lui come di un part-timer, mentre adesso ha tutta intenzione di dimostrare che è un full-timer.

Per questo torna come "Free Agent", un ruolo che gli permetterà di scegliere la strada migliore per portarlo alla gloria tra SmackDown e Raw. Quindi si rivolge a AJ Styles, Shinsuke Nakamura, Randy Orton, Jinder Mahal, Brock Lesnar, Seth Rollins, Roman Reigns: si mettano pure tutti in fila, li metterà al tappeto tutti.

Durante la sua arringa viene però interrotto da un altro ritorno, quello di Rusev. Che con la sua bandiera della Bulgaria comincia a battibeccare con John Cena. Il bostoniano lo invita a salire sul ring, per essere il primo della lista e fare un Flag Match vecchia scuola. Il bulgaro replica che lo farà, ma non oggi: quando lo riterrà opportuno e nei suoi termini. Mentre se ne va, Cena gli dà del codardo e comincia a intonare un coro in cui lo segue tutta l'arena: U-S-A.

Backstage

Chad Gable e AJ Styles sono da Daniel Bryan, parlano di Kevin Owens. Il General Manager spiega che non può continuare a dare chance a chi poi perde. Da questo ragionamento nasce così un match tra Gable ed AJ Styles, il cui vincitore parteciperà alla Battle Royal di questa sera che determinerà il primo sfidante del campione degli Stati Uniti.

Chad Gable vs AJ Styles

L'incontro va in scena subito ed è molto intenso e spettacolare. Alla fine a vincere è comunque il favorito, AJ Styles, che chiude il discorso con la Phenomenal Forearm e si qualifica per l'Indipendence Day Battle Royal per la #1 Contendership alla US Championship. Al termine della sfida, The Phenomenal stringe la mano a Chad Gable in segno di rispetto.

Backstage

Nel backstage Mojo Rawley è molto frustrato per l'occasione non sfruttata insieme al suo ritrovato compagno la settimana scorsa, quando c'è stata la possibilità di avere una title shot contro i campioni di coppia di WWE SmackDown, gli Usos. Zack Ryder prova a consolarlo, dicendo che devono guardare al futuro e che ha appena avuto conferma che entrambi parteciperanno alla Battle Royal.

Carmellabration

È il momento della celebrazione di Carmella, questa volta reale, per la vittoria del primo Money in the Bank femminile della storia. Ad accompagnarla come sempre James Ellsworth, che spiega come il giorno dell'Indipendenza sia cancellato per fare spazio alla "Carmellabration" e chiede a tutti di alzarsi per applaudirla.

Miss MITB dice che presto ruberà la cintura a Naomi e mentre lo fa, suona proprio la musica della campionessa di WWE SmackDown. Arriva sul ring, le fa i complimenti per la vittoria ma le assicura che non riuscirà a soffiarle il titolo, anche con Ellsworth.

Il manager di Carmella se la ride, sta per replicare. Ma non fa in tempo perché arriva pure Daniel Bryan che lo zittisce e gli dice che è bandito dall'Arena. Non solo: se rientrerà sarà multato di 10mila dollari e lo stipendio dell'ultimo mese sarà sospeso. Non è ancora finita: se contravverrà a una sola di queste regole, toglierà la valigetta a Carmella.

Naomi (C) vs Lana

Il secondo match della serata vede coinvolta proprio la campionessa femminile, Naomi, che difenderà per la terza volta consecutiva la sua cintura dall'attacco di Lana. Anche questa volta però la sfida è senza storia e dopo pochi secondi la bella russa viene bloccata nella Slay-o-Mission e costretta a cedere.

Alla fine dell'incontro Naomi festeggia e Lana è in un angolo del ring a leccarsi le ferite. A sorpresa arriva Tamina, che prima guarda in cagnesco Naomi e poi invita Lana a seguirla. La russa, inizialmente un po' reticente, accetta.

Backstage

Nakamura si sta sottoponendo a un'intervista, ma viene attaccato violentemente da dietro da Baron Corbin. Il giapponese incassa il colpo e riesce a sorpresa a ribaltare la situazione. La rissa viene fermata solo grazie all'intervento della sicurezza. Intanto viene ufficializzato un Flag Match tra John Cena e Rusev a Battleground.

New Day vs Usos - Rapper contest

Il famoso rapper Wale è sul ring, pronto per fare da arbitro al Rapper Contest tra gli Usos e il New Day, che arrivano sul ring accompagnati da un bel po' di ragazzi vestiti allo stesso modo per fare da crew. Inizia il contest in cui i due gruppi si scambiano ovviamente insulti. Uno di quelli rivolti da Woods a Jimmy Uso fa scatenare però una rissa, che porta alla squalifica degli Usos.

Randy Orton vs Aiden English

Aiden English sale sul ring e comincia come sempre a cantare. A interromperlo ci pensa il suo prossimo avversario, Randy Orton, che fa il suo solito ingresso non curandosi della performance in atto di English. Così mentre è nella sua consueta posa sull'angolo, Aiden gli domanda se abbia finito e lo attacca violentemente. Poi lo porta fuori dal ring e lo sbatte ovunque, gradoni d'acciaio compresi. Quando Randy Orton si riprende è una furia, il match comincia ma a The Viper non sembra interessare particolarmente. Così, nonostante l'arbitro provi a fermarlo, colpisce Aiden English con i gradoni decretando la squalifica.

Finito l'incontro si affaccia sul ring Jinder Mahal, insieme ai Singh Brothers. Dopo aver provocato un po' gli Stati Uniti e gli statunitensi, viene interrotto da Randy Orton che gli spiega il motivo per il quale ce l'abbiano tutti con lui: la razza non c'entra niente, semplicemente è un asino.

Backstage

Andiamo nel backstage dove Tye Dillinger viene intercettato da Breeze vestito da Renee Young, che tenta di sapere quale sarà la sua tattica nella Battle Royal. Dietro di loro c'è Fandango vestito da operaio, che si avvicina lentamente. Tye risponde che cercherà di restare più possibile lontano dalle corde, poi urta Fandango e gli chiede scusa chiamandolo per nome, per poi dire a Breeze che è un Ten prima di andare via. I Breezango si domandano se siano stati riconosciuti, poi si auto-convincono che non sia possibile visto che per poco non si riconoscevano nemmeno tra di loro.

Durante un'intervista a Maria e Mike Kanellis, inavvertitamente Sami Zayn rovina l'atmosfera come accaduto la settimana scorsa. Chiede scusa e scappa non appena sente la sua musica suonare, pronto per partecipare alla Battle Royal.

Indipendence Day Battle Royal

Siamo così arrivati al main event della serata, la Indipendence Day Battle Royal che vede protagonisti Sami Zayn, Tyler Breeze, Fandango, Mojo Rawley, Zack Ryder, Luke Harper, Jason Jordan, Dolph Ziggler, Tye Dillinger, Konnor, Viktor, Erick Rowan, Sin Cara, Epico ed AJ Styles. Il vincitore se la vedrà a Battleground contro Kevin Owens, che osserverà l'incontro dal tavolo di commento.

Il primo a essere eliminato è incredibilmente Dolph Ziggler, uno dei favoriti per la vittoria finale. Poi uno a uno escono quasi tutti: da segnalare il salvataggio al volo di Fandango su Breeze (vano, visto che il suo compagno di squadra viene eliminato subito dopo) e il tradimento di Mojo Rawley su Zack Ryder.

Alla fine restano Tye Dillinger, Sami Zayn ed AJ Styles, gli ultimi tre sul ring. Perfect Ten sembra averne di più, a un certo punto sta quasi per eliminare entrambi gli avversari contemporaneamente. Non ci riesce e subito dopo viene buttato fuori da The Underdog From Underground. Siamo dunque all'epilogo, con AJ Styles contro Sami Zayn. A vincere è The Phenomenal, grazie a un Pelé Kick che fa cadere il canadese oltre la terza corda. Non appena viene sancita la vittoria, Kevin Owens corre sul ring e inizia ad attaccarlo. AJ riesce a reagire con un Enziguri Kick, ma quando va a provare la Styles Clash, KO scappa lasciando la cintura. Styles la prende e la alza. Chissà che non sia un'anticipazione di quanto accadrà a Battleground.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.