Tour de France, clamoroso: Sagan escluso dalla corsa

Il campione del mondo è stato prima penalizzato poi cacciato dal Tour per aver colpito Cavendish con una gomitata. Clavicola fratturata per l'inglese.

93 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

Hanno preso tempo, ma poi la punizione è stata esemplare. Peter Sagan è stato squalificato dal Tour de France, in pratica espulso dalla corsa. I fatti: ieri si correva la quarta tappa della Grande Boucle, 207 chilometri da Mondorf-Les-Bains a Vittel, una frazione per velocisti o al massimo per finisseurs.

Tappa tranquilla che si movimenta nel finale, quando a due chilometri dal traguardo c'è una prima caduta, fra le vittime spunta anche la maglia gialla, il gallese Geraint Thomas che, però, fortunatamente limita i danni e riesce a mantenere l'insegna del primato in classifica.

Il peggio però deve ancora venire. A 300 metri dal traguardo la volata è ormai lanciata, c'è un gruppetto di corridori davanti lanciati come missili, da una fessura sulla destra prova a farsi spazio Mark Cavendish che era rimasto leggermente attardato. Peter Sagan non allarga, anzi sembra urtarlo, l'inglese sbatte contro le transenne, rovina a terra, un paio di corridori che arrivano lanciatissimi da dietro gli rovinano addosso, un macello insomma.

Sagan contro Cavendish
La gomitata di Sagan contro Cavendish

Tour de France, clamoroso: Sagan escluso dalla corsa

La volata la vince il francese Arnaud Demare, per lui è la prima volta, vorrebbe godersela - siamo al Tour de France, no? - ma non può. Nel retro palco scoppia il finimondo: Cavendish, rialzatosi, con la maglia a brandelli arriva al traguardo e se la prende con Sagan, accusandolo di averlo colpito deliberatamente con una gomitata, prima di essere caricato su un'ambulanza. Per lui frattura della clavicola, Tour finito. Lo slovacco prova a scusarsi:

Non sapevo neanche che Cavendish fosse dietro di me, arrivava da destra, io volevo andare a ruota di chi era davanti. Stava arrivando velocissimo, non ho avuto neanche il tempo di andare sulla sinistra, mi dispiace.

Le scuse non bastano alla giuria che prima infligge al campione del mondo una penalizzazione di 30 secondi e poi, riesaminate più volte le immagini, in serata decide per la clamorosa esclusione di Peter Sagan dal Tour de France. Una decisione che farà discutere a lungo e che sembra un punto fermo che la direzione di corsa ha voluto mettere sul Tour de France: ok lo spettacolo, ma questo non è un circo, il Tour è una cosa seria. Senza guardare in faccia nessuno e Sagan ne ha fatto le spese.

Il francese Demare
Demare arriva a braccia alzate

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.