Ricchiuti: il sogno è finito. La Fiorita fuori dalla Champions League

Il match fra La Fiorita e Linfield finisce 0-0. Passano i nordirlandesi. Per l'italoargentino solo la soddisfazione dell'esordio in Champions League a 39 anni.

Ricchiuti

949 condivisioni 0 commenti 4 stelle

di

Share

Tutto bene tranne... il risultato. Il barone de Coubertin sarebbe stato fiero del match che i dilettanti, o poco più, del La Fiorita hanno disputato ieri sera allo stadio di San Marino contro i nordirlandesi del Linfield nel ritorno del primo turno preliminare della Champions League 2017-18.

Il sogno era lì a un passo e lo è stato per tutto la partita. All'andata i ragazzi del Titano, guidati da Damiano Tommasi, erano arrivati a due minuti dall'impresa. Solo all'89', infatti, i campioni dell'Irlanda del nord avevano trovato la rete dell'1-0 con Stewart, quella rete che gli ha consentito di presentarsi con un vantaggio, pur minimo, a San Marino.

E proprio quel gol subito nel finale è stato fatale al La Fiorita, che ieri sera ha costruito occasioni a ripetizione, mettendo spesso alle corde i rivali, difettando però sotto porta, quando era il momento di finalizzare. Lo 0-0 del 90' qualifica il Linfield al secondo turno e chiude la porta ai sogni di Champions League dei sanmarinesi che accarezzavano la speranza di affrontare il Celtic Glasgow.

La Fiorita-Linfield
Una parata del portiere del Linfield, Carroll, nel match di San Marino

Ricchiuti: il sogno è finito. San Marino fuori dalla Champions League

Per Adrian Ricchiuti solo la soddisfazione dell'esordio in Champions League a 39 anni. L'ex Catania, con la cui maglia ha disputato quattro stagioni in Serie A, è entrato al 60' e subito dal suo piede sono partiti i suggerimenti migliori. A due minuti dalla fine Ricchiuti ha anche sfiorato il gol che avrebbe aperto la porta dei supplementari e della speranza, ma la sua conclusione è stata sventata da una prodezza di Carroll.

Ricchiuti entra in campo
L'ingresso in campo di Ricchiuti

Intanto, sul match del prossimo turno fra Linfield e Celtic è già stato apposto il bollino rosso: i nordirlandesi, infatti, sono espressione della comunità protestante, mentre come è noto i biancoverdi scozzesi sono alfieri di quella cattolica. I due club hanno già annunciato che non sono previste trasferte di tifosi, né da una parte né dall'altra.

Gli altri match del primo turno

Svanisce ai supplementari anche il sogno in Champions League dell'Europa di Gibilterra che, dopo aver sbancato a sensazione il campo dei gallesi New Saints per 2-1, inciampa in casa 3-1. Nessun problema invece per i maltesi dell'Hibernians: dopo aver vinto in casa 2-0, prevalgono anche a Tallinn sull'FCI con un gol di Jorginho all'88'. Il Vikingur delle Far Oer fa la voce grossa con gli esordienti kosovari del Trepca con un 6-2 aggregato, mentre si qualifica per un soffio il club armeno dell'Alashkert che pareggia 1-1 in casa degli andorrani del Santa Coloma, battuti 1-0 all'andata.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.