Maradona a Napoli: "Io cittadino onorario per soldi? Vi sputo"

Giorni movimentati per El Diez, accusato di molestie sessuali da una giornalista russa e di aver ricevuto lauto compenso per tornare in Italia. Oggi la cerimonia.

769 condivisioni 2 commenti 0 stelle

di

Share

Non è certo una novità per Diego Maradona essere al centro di polemiche e discussioni. Questa volta però si tratta di qualcosa di molto pesante, perché il Pibe de Oro è stato accusato di aver tentato di abusare sessualmente di una giornalista russa, nel corso della sua ultima apparizione alla Confederations Cup. La giornalista in questione si chiama Katerina Nadolkaya ed è stata proprio lei a raccontare a El Mundo quanto accaduto in questo incontro avvenuto in un hotel a San Pietroburgo.

Secondo la sua versione, Maradona l'avrebbe invitata nella sua stanza d'albergo con la scusa di rilasciarle un'intervista e una volta entrata avrebbe provato a spogliarla.

Ero molto spaventata e stavo per chiamare la polizia, poi un suo amico ha iniziato a tremare e buttarmi dei soldi in faccia.

Chiaramente opposta invece la versione di Maradona, che a sua volta accusa la giornalista di essere entrata nella stanza d'albergo e aver iniziato a spogliarsi improvvisamente di fronte a lui. Lo staff dell'argentino ha poi spiegato che subito dopo Diego l'avrebbe invitata ad andarsene. Due visioni inevitabilmente diverse tra di loro, che potrebbero creare qualche problema di troppo al Diez. Di sicuro non gli impediranno di essere presente oggi a Napoli, dove questa sera gli sarà conferita la cittadinanza onoraria "come pubblico attestato dei sentimenti di amicizia, stima, gratitudine, ammirazione ed affetto della città".

Maradona cittadino onorario di Napoli

Un invito che ha destato qualche perplessità da parte dei tifosi del Napoli, come conferma lo striscione esposto fuori dal San Paolo: "5 luglio... Non l'ha voluto la città... Ma un Sindaco a caccia di soldi e pubblicità". In ogni caso Diego ha accettato subito con grande entusiasmo:

Vengo a Napoli a ricevere la Cittadinanza Onoraria. Dicono che il cielo non si può toccare con le dita... Io l'ho toccato a Napoli.

Oggi alle 21.30 sarà dunque in Piazza del Plebiscito per la celebrazione di questo evento, presentato ieri in conferenza dallo stesso Maradona. E come al solito le sue dichiarazioni non sono mai banali. Soprattutto quando gli viene fatto notare che per molti lui avrebbe accettato l'invito solo previo compenso di 200mila euro:

Giuro su mia madre che nessuno mi ha parlato di soldi. A chi ha detto che prendo 200 mila euro vorrei incontrarlo per sputargli: io non vado nei posti a chiedere soldi, guadagnavo giocando a calcio e ora guadagno i soldi che mi pagano a Dubai, dove lavoro. Ma queste polemiche non mi sorprendono, mi ricordo che dissero che chiedevo cinque miliardi per la mia partita di addio. Penso che chi dice questa cose è malato di testa.

Molto interessante anche la risposta sull'eventualità di assegnare il suo numero 10 a Lorenzo Insigne:

Se fa più gol di me - dice non troppo convinto - se la può mettere. Hamsik a un passo dal mio record? I numeri sono fatti per essere battuti. Spero che ne faccia non due, ma venti più di me, se questo può essere d'aiuto il Napoli.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.