L'anarchia di Breitenreiter: "Con me i giocatori possono fumare"

André Breitenreiter ha riportato l'Hannover in Bundesliga. Eppure ha delle convinzioni piuttosto strane. Ok al fumo, e perfino alla Nutella.

All'Hannover i giocatori sono autorizzati a fumare e mangiare nutella. Parola di Breitenreiter

547 condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

Anarchia. Totale e assoluta. Ma con delle regole che però sono autoimposte. Può sembrare un controsenso, ma è il modo in cui André Breitenreiter vuole condurre l’Hannover al successo. Che, almeno per la prossima stagione, è inteso come salvezza. Già, perché il club è neopromosso in Bundesliga, e l’obiettivo non può essere subito troppo ambizioso.

Breitenreiter ha però ha deciso di guidare l’Hannover in maniera molto particolare. In un momento in cui sempre più club vogliono controllare (comprensibilmente) tutto dei propri atleti, compreso regime alimentare e fase di riposo, lui lascia totale libertà ai propri ragazzi. A una condizione: mai andare oltre il limite.

E i risultati gli stanno dando ragione. Breitenreiter si è seduto sulla panchina dell’Hannover a marzo, conquistando 6 vittorie e 3 pareggi in 9 partite e portando così il club alla promozione in Bundesliga. Non solo: in ben 7 gare ha mantenuto la porta inviolata. Segno che la squadra lo segue davvero in tutto.

Vota anche tu!

Breitenreiter fa bene a essere così permissivo con i giocatori dell'Hannover?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Hannover, Breitenreiter non ha regole: si può bere, fumare e mangiare nutella

All’inizio del ritiro estivo dell’Hannover però Breitenreiter ha sorpreso tutti, ammettendo di aver deciso di non dare regole ai propri atleti, convinto del fatto che sapranno regolarsi da soli. Ai giornalisti tedeschi il tecnico ha infatti spiegato:

Abbiamo dei professionisti che seguiranno l’alimentazione dei giocatori, ma se qualcuno volesse fare colazione con la Nutella la può fare. Fa bene all’anima. Sono pur sempre esseri umani. Ovviamente non la possono mangiare tutto il giorno, perché poi farebbe ingrassare, ma un po’ va bene…

Questo perché Breitenreiter è convinto che mettere troppe regole possa solo irrigidire i giocatori che di conseguenza poi questi non rendano al massimo:

L’importante è che in campo facciano bene. Se bevessero due litri di Coca-Cola la sera davanti alla tv ovviamente poi ne pagherebbero le conseguenze durante la partita.

André Breitenreiter
L'allenatore dell'Hannover André Breitenreiter

Perfino il fumo per Breitenreiter è ammesso. Anche se, in tal senso, il tecnico dell’Hannover è convinto che nessuno approfitterà del permesso:

Non mi risulta che ci siano fumatori in questa squadra, ma se anche facessero qualche tiro di sigaretta, non mi importerebbe nulla.

Anarchia. Totale e assoluta. Ma con delle regole che però sono autoimposte: perché il limite non si può mai superare.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.