Ricchiuti, esordio in Champions League a 39 anni: "Sigla da brividi!"

L'ex Rimini e Catania, ora al La Fiorita di San Marino esordisce stasera nel ritorno del primo turno preliminare: "Non vedo l'ora di sentire la sigla in campo".

Ricchiuti

3k condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

Non è mai troppo tardi. Adrian Ricchiuti ha compiuto 39 anni pochi giorni fa ma confessa di sentirsi emozionato come un bambino. Stasera, a un'età in cui i suoi colleghi hanno preso da tempo altre strade, il centrocampista vivrà un esordio speciale, niente meno che in Champions League.

Nato in Argentina, in Italia dal 1992, Adrian ha peregrinato a lungo fra i Dilettanti e la Serie B, cambiando una dozzina di squadre, fra prestiti, ritorni e nuove cessioni. Dopo aver girato come una trottola - Ternana, Genoa, Carpi e Pistoiese fra le altre - nel 2006 ha la fortuna di trovarsi al posto giusto nel momento giusto.

Da gennaio 2002, infatti, è al Rimini, con il quale sale dalla C2 alla Serie B. Il 9 settembre 2006, prima giornata di campionato, al Romeo Neri arriva la Juventus, appena retrocessa per i fatti di calciopoli. La squadra romagnola è costruita con ambizioni di playoff - ci sono giocatori come Handanovic, Jeda, Regonesi, Matri e Moscardelli - e sa come rendere difficile ai bianconeri l'esordio fra i cadetti. Quando però al 60' Paro porta in vantaggio la Vecchia Signora, il sogno sembra svanire. Ma in meno di un quarto d'ora accade l'impensabile: proprio Ricchiuti è abile a materializzarsi in area, impossessarsi di un pallone lisciato da due juventini e a far secco Buffon. Il match finisce 1-1 e Adrian vive il suo momento di celebrità.

Ricchiuti, gol alla Juventus
Buffon è battuto, Ricchiuti può esultare

Ricchiuti, esordio in Champions League a 39 anni: "Sigla da brividi!"

Una fama che lo porta anche a giocare quattro stagioni in Serie A con la maglia del Catania, fino al passo indietro nel 2013. A 35 anni Ricchiuti capisce di non poter reggere certi ritmi, però la passione è tanta: non smette ma torna a frequentare altri palcoscenici fra Dilettanti e Lega Pro, con l'ultima stagione in Eccellenza, ancora al Rimini.

Ricchiuti nel Catania
Per Ricchiuti anche quattro stagioni in Serie A con la maglia del Catania

Ma il sogno italiano di questo onesto mestierante, partito ragazzino da Lanus, non è ancora finito. Rimini è vicino a San Marino e proprio dal Titano gli è arrivata una telefonata: abbiamo bisogno di te nei preliminari di Champions League, te la senti? Adrian non ci ha pensato nemmeno un secondo, ha accettato e stasera sarà in campo, a fianco di Damiano Tommasi, con la maglia del La Fiorita nel match di ritorno del primo turno contro i nordirlandesi del Linfield:

All'andata non c’ero perché ero impegnato col camp che organizzo per i giovani: i patti erano questi, ci sarei stato solo per il ritorno.

"Vogliamo il Celtic!"

Una settimana fa, senza Ricchiuti, il La Fiorita perse 1-0 in trasferta, subendo gol solo a pochi minuti dalla fine. Oggi Adrian è emozionato ma anche ottimista:

Quando il gioco si fa duro tocca a me, speriamo che funzioni. Anche in questi primi turni la Champions League ha un fascino incredibile. C’è pure la musichetta, non vedo l’ora di sentirla in campo.

Ricchiuti al Rimini la stagione scorsa
Ricchiuti al Rimini la stagione scorsa in Eccellenza

Chi passa il turno incontrerà il Celtic Glasgow:

Vogliamo il Celtic per fare la storia. Sarebbe la prima volta che una squadra di San Marino supera un preliminare in Europa. 

Qual è la maglia più bella della storia del calcio?

Vota

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.