Bologna, ecco la nuova maglia. Polemica sul logo: "Non siamo juventini"

La nuova maglia è stata presentata poco prima della partenza per il preritiro in Sardegna: tra i tifosi c'è scontento per quel logo che sembra bianconero.

Bologna

1k condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

La squadra è lontana dai clamori, a faticare nel ritiro a bordo mare sulla spiaggia di Castiadas per smaltire le tossine delle vacanze, ma i tifosi del Bologna sono in subbuglio. È successo che poco prima della partenza, nei meandri dello stadio Dall'Ara, è stato presentato il primo kit della squadra per la prossima stagione, indossato per l'occasione da Mattia Destro e Adam Masina.

Tutto normale all'apparenza: due strisce blu e due rosse a incorporare le maniche, scollo a V, colletto e bordo manica bianca, pantaloncini bianchi e calzettoni rossoblù, la scritta Bologna FC 1909 ricamata dietro, sotto al colletto. Tradizione rispettata, insomma.

Ma i tifosi si sono accorti subito che c'era qualcosa che stonava. Proprio sul petto, anzi sul cuore, il loro logo storico aveva qualcosa che non andava. Hanno guardato meglio: certo, oltre al giallo-oro del contorno è sparito il rosso, e quella versione bicolore, bianco e blu scuro, assomiglia tanto al bianconero che i fan del Bologna vedono come il fumo negli occhi.

Il nuovo logo del Bologna
Il nuovo logo bicolore "incriminato" del Bologna

Bologna, ecco la nuova maglia. Polemiche sul logo: "Non siamo juventini"

Immediate le proteste sul web e sui social, fra rabbia e ironia, mentre qualcuno ricordava che poco tempo fa Tacopina aveva addirittura fatto recintare lo stemma del Bologna sulla terrazza Bernardini perché non voleva che fosse calpestato il logo dello "squadrone che tremare il mondo fa". Anche i rappresentanti del Centro Bologna Club hanno espresso la loro perplessità e sono decisi a chiedere spiegazioni.

Sarà solo per questa stagione?

Intanto Gabriele Tacconi, rappresentante di Macron, lo sponsor tecnico storico del club rossoblù, ha cercato di spiegare che il nuovo logo era stato creato con l'intento di conciliare tradizione e innovazione, mentre Christoph Winterling, responsabile marketing di Bologna Fc, ha chiarito che la soluzione, non permanente, riguarda solo le maglie di questa stagione.

Masina del Bologna
Masina con la maglia dell'anno scorso in cui si vede bene il vecchio logo

Ma le reazioni del popolo rossoblù, a volte anche con toni duri, non sentono ragioni:

Il logo non si tocca. Non siamo mica juventini.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.