UFC, Scoggins: "La divisione pesi mosca rischia il collasso"

Justin Scoggins fa chiarezza sul futuro della divisione pesi mosca UFC, ancora sulla graticola dopo la diatriba creatasi tra il campione di categoria e Dana White.

UFC FN Singapore: Scoggins vs Sasaki

20 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

La divisione pesi mosca è tutto fuorché definitivamente salva. Gli strascichi lasciati dal botta e risposta nato tra Dana White ed il campione delle 125 libbre Demetrius Johnson non hanno fatto altro che alimentare ancor di più le incertezze sul futuro di una delle classi di peso meno apprezzate di tutta la UFC. Come da tradizione in certe situazioni, nell'ultimo periodo si è assistito ad uno scarica barile di proporzioni cosmiche, tra DJ che accusava la promotion di non averlo spinto abbastanza mediaticamente e Dana che gli rimproverava invece un approccio poco carismatico alla professione. Fondamentalmente però la verità non sta in nessuna delle due parti: il problema di fondo è il disamore del pubblico nei confronti di atleti dal fisico brevilineo e snello: è ormai cosa nota infatti come le divisioni che più attirano fans siano quelle di peso superiore, medi e massimi-leggeri in primis.

 A testimoniare come la situazione legata al futuro delle 125 libbre sia ancora in fase di stallo vi è anche la recente compilazione delle future card UFC, in cui cominciano a diminuire considerevolmente le presenze dei pesi mosca. Ciò nonostante, la situazione è destinata a tornare lentamente come prima, viste anche le recenti parole di Dana White ad MMA Junkie - e chiaramente riferite a Demetrius Johnson -.

Vuoi Ray Borg? Allora ti daremo Ray Borg. Certo, la scelta di DJ non mi ha affatto entusiasmato: vieni sfidato da T.J. Dillashaw, ex campione e tra i migliori al mondo, e ti tiri fuori per affrontare quell'altro tizio?

A ciò si sono poi aggiunte le dichiarazioni di Justin Scoggins, peso mosca UFC, il quale ha chiarito come nella divisione regni ancora una fase d'incertezza sul futuro prossimo. Lo sfogo del fighter di Greenville è stato affidato ai social network, essendo stato pubblicato attraverso il proprio profilo Instagram anche e soprattutto per chiarire le proprie prossime mosse.

Durante il volo di ritorno da Singapore ho cercato di ottenere subito una connessione WIFI, e mi sto già muovendo alla ricerca di un fighter qualunque della divisione pesi mosca pronto ad accettare un match contro di me. Ho già imparato tanto dalla sconfitta subita, e sono affamato in vista del rientro. La nostra divisione è ancora in pericolo, ma sono già pronto per un altro incontro. Indipendentemente dalla mia ultima lotta, credo di essere il combattente più elettrico e poliedrico della divisione. Metterò su un grandissimo show! Chi salta su?

UFC: a quando Johnson vs Borg?

Nonostante il monito lanciato da Justin Scoggins, è ormai chiaro come UFC sia pronta ad accontentare Demetrius Johnson, concedendogli dunque la possibilità di superare il record di difese titolate della storia della promotion contro un Ray Borg agguerrito ma abbordabile. Cornici plausibili potrebbero essere quelle di UFC 215 e UFC 216, anche se non è escluso che - come già accaduto in passato - Dana White decida di piazzare il campione delle 125 libbre in una Fight Night o in un UFC on FOX. Il dado, comunque sia, è tratto: "Mighty Mouse" per il momento ha vinto la sua partita, anche se resta da capire quale sarà il prezzo che lui ed i suoi colleghi saranno un giorno costretti a pagare.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.