Suarez crolla: vandalizzata la sua statua dopo il matrimonio di Messi

Dall'Argentina, dove Messi si è sposato, all'Uruguay: dove sabato mattina è stata abbattuta la statua di Luis Suarez. Le immagini dell'atto vandalico.

Abbattuta la statua di Suarez

337 condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

Una parata di stelle? No, un matrimonio: anzi, il matrimonio. Quello di Lionel Messi, la Pulce che si sposa. L'eterno giuramento con Antonella Roccuzzo, la fidanzata di una vita che ieri si è trasformata meravigliosamente in moglie. Una donna unica, fortunata. Il loro sogno si è avverato a Rosario, la città dove entrambi sono cresciuti. Prima della cerimonia, però, il gran tappeto rosso con una parata di stelle, campioni e compagni di squadra. E di reparto, della MSN, come Luis Suarez.

Da Messi al Pistolero. E mentre il matrimonio filava via liscio, in Uruguay - nella città di Salto - veniva 'vandalizzata' la statua di Suarez. Sabato mattina, infatti, un uomo ubriaco ha buttato giù il monumento dedicato all'attaccante del Barcellona.

Curioso il messaggio con il quale il vandalo ha firmato la sua opera demolitrice: "Ero al matrimonio di Messi, tornerò presto". Parole ovviamente mai uscite dalla bocca di Suarez, il quale nel frattempo stava festeggiando l'amico in Argentina. Mentre l'altro pistolero, quello scolpito in resina e fibra di vetro, giace a terra con il volto rivolto al suolo. La statua è stata realizzata da Alberto Morales Saravia lo scorso luglio, artista uruguayano, con la maglia della nazionale e in una posa elastica: il braccio disteso sul lato sinistro e il braccio destro alzato con il segno delle tre dita: il tutto mentre calcia il pallone.

Messi si sposa, Suarez viene abbattuto

Suarez
Luis Suarez, statua vandalizzata

Buttare a terra Suarez mica è facile. Spostarlo è sempre dura per un difensore, non lo è stato per un uomo ubriaco. Il vandalo, ora, pagherà i danni e la ricostruzione della statua.

La statua di Suarez, però, non è di certo la prima ad essere stata buttata giù da un incivile. Anche quella di Messi quest'inverno è stata sfregiata a Buenos Aires nel Paseo de la Gloria dove si trovano le sculture di grandi glorie argentine. Ma i due campioni, quelli reali, stanno benone: e presto torneranno ad infiammare la Liga.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.