Bayern Monaco, Ancelotti contro l'agente di Lewandowski: "Parla troppo"

L'allenatore del Bayern Monaco torna sulle polemiche riguardanti l'attaccante polacco: "In un mondo perfetto, i procuratori non parlerebbero mai".

Ancelotti, l'allenatore del Bayern Monaco

882 condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

Carlo Ancelotti ne ha abbastanza delle voci che nelle ultime due settimane sono circolate attorno a Lewandowski. In particolare, l'allenatore del Bayern Monaco ha rivolto le sue critiche all'entourage del giocatore, che negli ultimi giorni non ha fatto altro che alimentare i dubbi dei tifosi sulla permanenza del polacco in Germania.

Il procuratore del numero 9 aveva parlato ai microfoni di Kicker, esprimendo il malumore del suo assistito per l'atteggiamento dei compagni che non l'avevano aiutato a diventare capocannoniere della Bundesliga nelle ultime giornate di campionato. Da questa dichiarazione, si sono subito scatenate indiscrezioni di mercato che vedevano l'interesse per lui di Chelsea e Real Madrid.

Meno di 48 ore dopo era arrivato il comunicato della società, che escludeva qualsiasi trattativa per la cessione di Lewandowski, avvertendo qualsiasi società che fosse intenzionata a contattarlo che sarebbe stata a rischio sanzione della FIFA. A commentare questa situazione, sono arrivate anche le parole di Ancelotti, che ha messo nel mirino il procuratore del polacco.

Ancelotti contro l'agente di Lewandowski: "Parla troppo"

Lewandowski al Bayern Monaco
L'agente di Lewandowski si era lamentato col Bayern

Ieri pomeriggio si è tenuta una conferenza stampa a Monaco in cui è stato presentato Willy Sagnol come nuovo assistente allenatore. Ancelotti è stato interpellato sul mal di pancia di Lewandowski per via del mancato titolo di capocannoniere, perso ai danni di Aubameyang. Il tecnico italiano ha respinto immediatamente questa ipotesi.

Lewandowski non si è mai lamentato con me e io mi sono congratulato con lui per la sua ottima stagione. Io sono soddisfatto del suo rendimento e lui sta bene con noi.

La stoccata di Carletto è arrivata successivamente ed è stata indirizzata all'entourage del bomber polacco, reo di aver gettato benzina sul fuoco in questi giorni.

Come sempre, ci sono procuratori che parlano troppo e non capisco il perché. Non è la prima volta che un agente usa i giornali per dire cose sbagliate.

Prima di parlare della stagione che inizierà fra qualche settimana e dei nuovi acquisti, Ancelotti ha chiuso l'argomento riguardante Lewandowski, invitando tifosi e giornalisti a fidarsi delle parole che il club ha diffuso nel suo comunicato in cui si ribadiva che l'attaccante ha un contratto fino al 2021. Come nota a margine, l'allenatore italiano ha provato a esprimere un desiderio, o quantomeno una sua speranza per il futuro.

In un mondo perfetto, i procuratori non parlano mai.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.