Calciomercato Bayern Monaco, Hoeness: "I nostri colpi non sono alibi"

I tifosi criticano il Bayern Monaco che sta acquistando giocatori troppo giovani. Il presidente del club bavarese risponde spiegando dettagliatamente la strategia.

Uli Hoeness parla del calciomercato del Bayern Monaco spiegandone la filosofia

719 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

Critiche, molto affrettate. Perché il Bayern Monaco è una delle squadre più importanti d’Europa, e lo è da anni. Vincente, seria, ambiziosa. Eppure i tifosi non sono soddisfatti di come si sta sviluppando il calciomercato. Non lo sono benché quella bavarese sia, ad oggi, la società ad aver speso di più al mondo (già 90,5 milioni).

Ma i soldi non sono tutto. I tifosi sono preoccupati perché i giocatori arrivati sono tutti giovani. Molto giovani. Oltre a Rudy (preso a parametro zero) gli altri rinforzi sono Tolisso,Süle e Gnabry, cioè tutti under 23. Poca esperienza per riuscire a fare il salto di qualità in Champions League.

Al contrario: c’è perfino chi ritiene che i colpi del Bayern testimonino come il club pensi al futuro più che al presente. Per questo, infastidito da tali critiche, il presidente dei bavaresi Uli Hoeness ha voluto spiegare a mezzo stampa quelle che sono le strategie del club, non solo sul calciomercato.

Vota anche tu!

Tolisso, Gnabry, Sule e Rudy oltre al riscatto di Coman: è positivo il mercato del Bayern Monaco?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Calcioemrcato Bayern Monaco, Hoeness risponde alle critiche

Parliamoci chiaro: in questa finestra di calciomercato i prezzi sono altissimi. E a quelle cifre il Bayern Monaco, che comunque ha investito 41,5 milioni per Tolisso, stabilendo un record personale di spesa su un singolo giocatore, non vuole piegarsi.

Non pagheremo 100 milioni per Verratti e 25 all'anno per lo stipendio di Sanchez. Se vogliamo vincere la Champions dobbiamo spendere molto, ma non ha senso fare dei colpi-alibi.

I colpi quindi devono essere ragionati. Così come teoricamente dovrebbero esserlo le critiche.

Diciamo tutti che bisogna rifondare e che bisogna costruire il futuro del Bayern Monaco. Prendiamo giocatori fra i 20 e i 22 anni e veniamo criticati.

E a Hoeness questo atteggiamento non piace. Vanno bene le critiche, ma per favore che siano ragionate. Per ora sono solo affrettate.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.