Calciomercato: Juventus e Inter nella Top 10 dei club che vendono meglio

Bianconeri settimi e nerazzurri noni negli ultimi 10 anni secondo i dati di Transfermarkt. In testa Benfica e Porto, Barcellona fuori classifica.

Pogba

875 condivisioni 0 commenti

di

Share

Saranno anche freddi i numeri, ma non mentono mai. Soprattutto se considerati nel lungo periodo. In questa ottica Transfermarkt ha stilato la classifica dei club europei che nel calciomercato hanno incassato di più dalle cessioni di propri giocatori negli ultimi 10 anni, con l'appendice delle vendite di questa prima parte di stagione 2017-18.

E se non era difficile pronosticare che Benfica e Porto, i due top club portoghesi veri e propri laboratori di campioni scovati in giro e per il mondo e rivenduti a caro prezzo in Europa, avrebbero occupato i primi due posti della graduatoria, non si può dire comunque che manchino le sorprese.

Non tanto e non solo per l'assenza dalla Top 10 di due grandi club come il Barcellona o il Manchester United. Blaugrana e Reds, infatti, sono da sempre grandi compratori e soprattutto ottimi fidelizzatori dei giocatori che entrano: acquisti magari pagati anche a caro prezzo, ma valutati preventivamente con attenzione, difficilmente sbagliati e che quindi vengono tenuti nel lungo periodo, "sfruttati" o meglio "ottimizzati" al massimo fino a fine carriera o quasi. Qualche esempio? Mascherano e Dani Alves, Rooney e Carrick fra gli altri.

Calciomercato: Juventus e Inter nella top10 dei migliori venditori

Può sorprendere semmai l'assenza fra i dieci best seller europei di club come Monaco, solo 15esimo, e Ajax, 20esimo, da sempre fucine inesauribili di giovani talenti che vanno ad arricchire le rose dei club di Liga, Premier League e, sempre più raramente, Serie A. Dietro alle due portoghesi, poi, c'è un terzetto inglese, con nell'ordine Chelsea, Tottenham e Liverpool, con tre spagnole - Atletico Madrid, Real Madrid e Siviglia - che occupano la sesta, l'ottava e la decima piazza, inframmezzate da due italiane, Juventus e Inter.

Bianconeri settimi

La Juventus ha un monte ricavi da cessioni di ben 534 milioni. Grazie a un'oculata gestione amministrativa il club di Andrea Agnelli ha puntato, primo in Italia, sullo stadio di proprietà e sui proventi del marketing e in sede di calciomercato si può permettere di arrivare ad acquisti sempre più importanti anche attraverso l'individuazione di anno in anno dei profili più redditizi in cessione. Fu così già ai tempi dell'affare Zidane-Real Madrid che permise alla Juventus di prendere Buffon, Nedved e Thuram. E così è stato con le recenti sontuose cessioni di Vidal, Pogba e Morata.

Pogba, Morata e Vidal
Le cessioni di Pogba, Morata e Vidal hanno portato nelle casse della Juventus oltre 170 milioni

Nerazzurri in nona posizione

Diverso il caso dell'Inter, ancora in cerca di un assetto societario stabile dopo i terremoti conseguenti ai due cambi di proprietà. I nerazzurri, che con Moratti avevano centrato lo storico triplete del 2010 ma avevano anche accumulato una situazione debitoria piuttosto articolata e complessa, stanno affrontando un processo di risanamento che deve tenere conto dei paletti Uefa e se sono nella Top 10, con oltre 480 milioni incassati, è perché per acquistare sono prima costretti a vendere. Il miglior affare di calciomercato dell'Inter? Ibrahimovic, preso a 25 milioni dalla Juventus e ceduto al Barcellona per quasi 70.

Ibrahimovic all'Inter
Ibrahimovic: l'Inter ha ricavato 70 milioni dalla sua cessione al Barcellona

La Top 10 delle cessioni

  1. Benfica 727,5 milioni
  2. Porto 721,6
  3. Chelsea 625,9
  4. Tottenham 598,4
  5. Liverpool 588,3
  6. Atletico Madrid 578,5
  7. Juventus 534,2
  8. Real Madrid 528,6
  9. Inter 482,2
  10. Siviglia 464,2

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.